Blizzard nerfa in Hearthstone i mazzi Pirata e lo Sciamano

Verso fine febbraio due carte del gioco di carte digitali collezionabili Blizzard, “Hearthstone”, saranno modificate e indebolite (“nerfate”). Blizzard Entartainment lo ha annunciato in un intervento sui suoi forum ufficiali, decretando ufficialmente la fine dei mazzi Pirata in “Hearthstone”, almeno come li conosciamo ora, in quanto una delle due carte nerfate nell’aggiornamento sarà il Bucaniere Minuto, Servitore centrale in questo genere di mazzi. Apprendo la notizia con poco entusiasmo, perché io stesso gioco un mazzo Guerriero Pirata (soprattutto perché è un mazzo economico da costruire) e ora dovrò sfarlo e rifarlo da capo.

Il Bucaniere Minuto è attualmente un 1/2 che costa un solo mana e guadagna due punti di Attacco se l’Eroe del giocatore ha un’Arma equipaggiata. Una carta ottima per i mazzi Guerriero con molte armi e per i Ladri, soprattutto se accoppiata con Sghigno il Pirata, un servitore Leggendario 1/1 con Carica che appare dal mazzo appena viene evocata un altro Pirata. Turno 1: evoco Bucaniere Minuto, appare Sghigno il Pirata e sfrutto la sua Carica per attaccare. Turno 2: equipaggio un’arma e ho un 3/2, un 1/1 e un’arma. D’ora in poi la situazione cambierà, perché il Bucaniere Minuto avrà solo 1 di Salute e sarà quindi enormemente più vulnerabile.

L’aggiornamento indebolirà anche Artigli Spiritici, un’Arma (tra l’altro Comune) dello Sciamano con 1 attacco e 3 integrità per un solo Mana. Artigli Spiritci guadagna +2 di attacco se l’Eroe è sotto un effetto che aumenta i Danni Magici inferti, cosa che per lo Sciamano può verificarsi semplicemente usando il Potere Eroe ed evocando un Totem. E con 2 Mana e un po’ di fortuna si può evocare Thalnos, Servitore Leggendario 1/1 che fornisce appunto un bonus ai Danni Magici. Artigli Spiritici costerà ora 2 Mana, riducendo un po’ la possibilità di usarlo per rimuovere in modo efficiente le carte nemiche (almeno non farà più 3 danni o più a costo 3).

L’aggiornamento cambierà anche le Partite Classificate: chi raggiunge i livelli 5, 10 o 15 in una stagione non potrà più scendere al di sotto dell’ultimo… chiamamolo checkpoint… raggiunto, esattamente come già succede con il livello 20. Un modo, secondo Blizzard Entertainment, di incoraggiare la sperimentazione anche ai livelli più elevati senza punire esageratamente i giocatori nella loro scalata.