Twitch diventa un negozio di videogiochi

Twitch (ora parte di Amazon) si è accordato con una serie di studio e produttori, tra cui Ubisoft, Telltale Games, Digital Extremes, Hi-Rez Studios, tinyBuild, Paradox Interactive, Trion Worlds e Vlambeer per vendere giochi e contenuti digitali direttamente sul suo portale. L’idea è permettere a chi fa streaming su Twitch di far comprare agli spettatori i giochi trasmessi e prendersi in cambio parte degli incassi (il 5%) tramite un servizio di affiliazione integrato. Naturalmente, questo è solo l’ennesimo modo in cui piattaforme come YouTube e Twitch e produttori si organizzano per incentivare influencer come gli streamer a lavorare come pubblicitari per i loro giochi invece che come fonte di opinioni, soggetti o oggettive che siano.

Twitch permetterà agli spettatori di acquistare direttamente dagli streaming sfruttando offerte speciali e intende introdurre anche “Twitch Crate” ottenibili facendo acquisti sulla piattaforma, pacchetti con contenuti casuali pensati per gli utenti Twitch (cioè principalmente cose per la chat e il profilo di Twitch). L’ingresso di Twitch nella vendita di videogiochi è un evento sicuramente interessante che potrebbe persino mettere in difficoltà Steam, che non offre alcun servizio di affiliazione, ma la verità è che tutto dipenderà dai prezzi che saranno offerti ai consumatori.

Il servizio sarà inaugurato questa primavera negli Stati Uniti d’America, con prezzi in dollari, e avrà in seguito varie versioni locali e quindi anche una versione europea. I giochi saranno giocabili attraverso la app desktop di Twitch o i client dei singoli produttori (per esempio attraverso Uplay per quanto riguarda Ubisoft, che è attualmente il più grosso nome in gioco).

[Fonte: GamesIndustry.biz]