Ubisoft annuncia Wildlands, documentario in uscita insieme a Tom Clancy’s Ghost Recon Wildlands

Ubisoft ha oggi annunciato come e dove sarà possibile vedere “Wildlands”, documentario che accompagna al’uscita del suo nuovo videogioco open-world con multiplayer cooperativo “Tom Clancy’s Ghost Recon: Wildlands”, in uscita il 7 marzo 2017 su PlayStation 4, Xbox One e PC. “Wildlands” sarà disponibile a partire dal 6 marzo 2017 su iTunes, Google Play e Vimeo.

“Wildlands”, diretto da Colin Offland, è un lungometraggio che punta a mostrare seriamente la realtà del narcotraffico internazionale, dei cartelli della droga del Sud America e della lunga lotta contro di essi che “Tom Clancy’s Ghost Recon: Wildlands” trasforma in ambientazione di gioco. Rusty Young, autore di “Marching Powder”, porta gli spettatori dalla Bolivia e dalla Colombia agli Stati Uniti d’America, seguendo tutte le fasi del narcotraffico, dalla coltivazione della coca al contrabbando della cocaina alla pulizia del denaro sporco con essa guadagnato alla lotta delle Forze speciali, intervistando persone che fanno parte di tutti gli schieramenti in gioco.

In “Tom Clancy’s Ghost Recon: Wildlands” quattro membri delle squadre Ghost (io e tre altri giocatori, ma posso anche farmi accompagnare da bot) vengono mandati in Bolivia, trasformata in un narco-stato dal cartello dei Santa Monica. Il mio scopo è salire la catena di comando dell’organizzazione e arrivare infine a El Sueno, il capo dei capi dei Santa Monica, e ucciderlo. La trama di “Tom Clancy’s Ghost Recon: Wildlands” e i suoi personaggi sono stati scritti con l’aiuto di due autori che si sono occupati per venti anni del narco-traffico nel Sud America: Don Winslow (“Il potere del cane”, “Il cartello”, “Le bestie”) e Shane Salerno (che ha collaborato con Winslow per il film tratto da “Le bestie” e scriverà i quattro inutili sequiti di “Avatar”).