Assassin’s Creed Origins svelato da Game Informer: ecco data di uscita e dettagli

Avremmo dovuto scoprirlo lunedì, nel corso della conferenza Ubisoft per l’E3 2017 di Los Angeles, ma Game Informer o, meglio, chi è riuscito ad avere in anteprima una copia del prossimo numero della rivista ha anticipato tutti e svelato ogni dettaglio del nuovo Assassin’s Creed. Il gioco, come avevano fatto sapere già diverse anticipazioni, si chiamerà Assassin’s Creed: Origins e sarà ambientato nell’Antico Egitto, rappresentando una sorta di prequel dell’intera saga. Il lancio è previsto il prossimo 27 ottobre in ben quattro edizioni diverse, con contenuti e prezzi ovviamente differenti.

Lo sviluppo di Assassin’s Creed Origins è iniziato addirittura prima rispetto Assassin’s Creed Unity, a testimonianza che si tratta di un progetto veramente importante e soprattutto pensato a lungo termine. Del resto, l’obiettivo di Ubisoft era quello di dare una forte rinfrescata alla struttura della saga: non a caso, Origins includerà un sistema di combattimento completamente rinnovato. Gli attacchi dovranno essere sferrati tramite il grilletto e il dorsale destro. Durante il combattimento si riempirà un indicatore di adrenalina che darà modo poi, una volta riempito, di scatenare speciali mosse letali. Non mancherà ovviamente la lama celata mentre i nemici, la cui intelligenza artificiale è stata rivista, non attaccheranno più in fila.

Oltre a questo, il gioco prenderà in prestito dagli elementi tratti direttamente dai GdR. Ci sarà un sistema di livelli, con tetto massimo fissato al 40, a cui si collegheranno tre alberi di abilità: Veggente, Guerriero, Cacciatore. Le personalizzazioni estetiche non modificheranno le statistiche, mentre il crafting darà modo di potenziare specifiche parti dell’arsenale del protagonista.

A proposito, il protagonista di Assassin’s Creed Origins si chiamerà Bayek ma non sarà il solo personaggio giocabile. L’altro è tenuto per il momento al segreto e probabilmente verrà svelato soltanto in un secondo momento, se non addirittura tenuto nascosto fino al lancio: del resto, la sua apparizione è legata a un evento della storia. Bayek potrà controllare un’aquila, che si rivelerà utile in diverse occasioni.

Per quanto riguarda l’esplorazione del mondo di gioco, non ci sarà più la minimappa, sostituita da una bussola posta nella parte superiore dello schermo: sì, proprio come in The Elder Scrolls. Ci si potrà arrampicare su qualsiasi superficie, comprese rocce naturali, e non soltanto quindi sulle costruzioni artificiali come avveniva in passato. E, inoltre, si potrà nuotare sott’acqua e andare alla ricerca di tesori nascosti.

Il gioco sarà ambientato durante il Regno di Cleopatra e includerà grandi e piccole città, comprese Menfi e Alessandria. Il comportamento della popolazione sarà influenzato dal ciclo giorno/notte con relative mansioni quotidiane: dormire, mangiare, aprire o chiudere bottega e…rispondere al “richiamo della natura”. A proposito di natura, ispirandosi un po’ a Far Cry, Ubisoft ha inserito delle bestie feroci che potranno attaccare sia il protagonista, sia i suoi avversari, rappresentando quindi una variabile impazzita durante gli scontri che avverranno al di fuori delle città.

Per concludere, non mancherà una storyline ambientata ai giorni nostri, ma per il momento non ci sono altri dettagli. Una nota interessante: è confermato il pieno supporto a Xbox Scorpio che, durante la prova effettuata dai giornalisti di Game Informer, ha offerto prestazioni in 4K superiori persino alla versione per PC. Vedremo se domani sera Microsoft ce ne darà una dimostrazione durante la sua conferenza.

via Dualshockers