News, guide su tecnologia (Android, Windows, iOS), Games e SocialMedia

Il survival horror Perception rimanda l’uscita su PS4 e Xbox One

Feardemic, produttore nato dagli sviluppatori di “Layers of Fear”, e The Deep End Games, uno studio con anche ex sviluppatori di “Dead Space” e “BioShock”, hanno di recente distribuito la versione PC dell’horror in prima persona “Perception”. Il gioco sarebbe dovuto uscire contemporaneamente anche su PlayStation 4 e Xbox One, ma appena prima dell’uscita c’è stato un inatteso rinvio di una settimana (dovrebbe quindi uscire intorno al 6 giugno 2017).

I motivi, come spiegato da The Deep End Games in un cinguettio su Twitter, sono i soliti problemi burocratici che si incontrano nel pubblicare videogiochi su console, tra approvazioni e necessarie classificazioni. Finanziato con un certo successo su Kickstarter nel 2015, “Perception” mi mette nei panni di una donna cieca, persa in una villa infestata da presenze maligne che vogliono carpirla. La cecità della protagonista diventa un importante elemento del gameplay di “Perception” e del suo bilanciare rischi e benefici: la protagonista non può vedere l’ambiente intorno a lei, e così non lo posso vedere io (almeno che non ci siano oggetti rumorosi e quindi distinguibili dal suono), ma col suo bastone da passeggio può produrre rumori che, rimbalzando nel mondo intorno, svelano i contorni di ciò che la circonda. Il procedimento, chiamato ecolocazione e usato soprattutto dagli animali, esiste realmente e acquista una certa importanza in un gioco horror.

Nei giochi horror, e anche in “Perception”, devo nascondermi dai pericoli, devo far silenzio, ma stavolta il silenzio è sia mio amico sia mio nemico, mi nasconde ma mi nasconde il mondo intorno. Un concetto interessantissimo, che pare “Perception” non sia riuscito a svolgere ottimamente: al momento la media dei voti che ha ricevuto su Metacritic si aggira sui 6/10 (61/100 per essere precisi).