Ubisoft all’E3 si dà ai pirati con Skull & Bones

Da parecchio si parla di una nuova serie piratesca di Ubisoft, e all’E3 di questo anno è stata finalmente presentato “Skull & Bones”, nuovo videogioco basato su combattimenti navali tra galeoni in un mondo multiplayer condiviso da esplorare e saccheggiare e che risponderà alle mie azioni. “Skull & Bones” è stato annunciato con un bel trailer che potete trovare giusto qui sotto. Siamo nell’Età d’Oro della pirateria, nell’Oceano Indiano

Non è la prima volta che Ubisoft tira fuori un gioco con pirati. “Assassin’s Creed 4: Black Flag” fu uno strano “Asssin’s Creed”, quasi uno spin-off (il protagonista non è neanche un Assassino), ma si meritò l’amore dei videogiocatori sia perché veniva dopo il mediocre “Assassin’s Creed 3” sia perché era semplicemente un videogioco di pirati. E alla fine non ci sono tanti videogiochi di pirati, o almeno non ce n’erano all’epoca (2013). “Skull & Bones” esce in un periodo diverso, con la concorrenza di “Sea of Thieves” di Rare e Microsoft, un gioco che ha il compito di guidare Xbox e Windows 10 verso una gloriosa epoca di “giochi come servizi” (“game as a service”) dal lungo supporto e incentrati sul multiplayer e su una narrazione emergente da gameplay e interazioni tra giocatori. Tra l’altro, Microsoft ne ha mostrato un nuovo lungo video di gameplay proprio durante l’E3, annunciandone il rinvio a inizio 2018.

In modo simile, in “Skull & Bones” posso salpare da solo o in compagnia, personalizzare la mia nave (e poi la mia flotta) e la mia ciurma, unirmi ad altri giocatori per andare alla ricerca di bottino o lottare attraverso le stagioni multiplayer in una varietà di modalità PvP, tra cui scontri 5 contro 5. Il video qua sopra mostra proprio un po’ di gameplay PvP, mentre in quello che trovate qua sotto gli sviluppatori raccontano la nascita del gioco e le sue meccaniche.”Skull & Bones” uscirà ad autunno 2018. Potete già iscrivervi ai suoi periodi di alfa e beta sul suo sito ufficiale.