Final Fantasy 7 e 10 sono collegati, Square Enix insiste

Tempo fa, per sfizio, scrissi un articolo ricordando un’epoca pazzerella che giudicavo ormai irrimediabilmente trascorsa, un’epoca in cui Square Enix aveva deciso di unificare Final Fantasy 7 e Final Fantasy 10 e Final Fantasy 10-2 in un unico universo.

Potete leggere qui l’articolo completo su questo collegamento, che qui mi limiterò a sintetizzare, e sulle motivazioni storiche per cui venne creato. Final Fantasy 7 sarebbe un seguito di Final Fantasy 10, ambientato in un lontantissimo futuro rispetto agli eventi di Final Fantasy 10-2 e su un pianeta diverso rispetto a Spira. Esiste però un legame preciso tra le due storie: il personaggio di Shinra, incontrato in Final Fantasy 10-2.

Shinra è un bambino prodigio convinto di poter sfruttare l’energia dell’Oltremondo (il mondo dei morti di Final Fantasy 10-2). Square Enix dichiarò che anche se le sperimentazioni di Shinra non raggiunsero mai veri successi in vita, dopo mille anni i suoi discendenti, dopo aver viaggiato verso altri pianeti, avrebbero fondato la Shin-Ra Company, riuscendo a estrarre dall’Oltremondo quell’energia che Final Fantasy 7 definisce “energia Mako”, l’energia della Terra.

Faccio notare che effettivamente sia l’energia dell’Oltremondo di Final Fantasy 10, i fuochi fatui che vediamo nel gioco, sia l’energia Mako di Final Fantasy 7 sono capaci di cristallizzarsi in sfere, che in Final Fantasy 7 sono le Materia e in Final Fantasy 10 coprono diversi ruoli. Pensavo che gli autori neanche ricordassero di averlo pensato, ma in un recente video sul canale YouTube EDAMAME Arcade Channel Yoshinori Kitase (direttore di Final Fantasy 7 e poi produttore della serie) conferma il collegamento.

Il video è interessante da vedere, perché Kitase al suo interno risponde a diverse teorie e domande dei fan. Per esempio, Rinoa è davvero Artemisia in Final Fantasy 8? No (e come diavolo è venuto in mente a qualcuno che Rinoa possa esserlo? non era abbastanza complicata già così la trama?).

Potrebbe piacerti anche