Ebbene si, se il titolo dell’articolo vi ha incuriosito sappiate che è volutamente ironico ma reale, infatti un Samsung Galaxy S5 sembra non aver resistito ad un test dell’impermeabilità particolare, svoltosi anche in un gabinetto. Ma veniamo al tema dell’articolo, purtroppo questo test finito male sembra creare dei veri dubbi riguardanti l’effettiva impermeabilità del Samsung Galaxy S5 che a questo punto potrebbe non essere più considerata del tutto affidabile.

Ma specifichiamo una cosa, infatti Samsung non hai mai pubblicizzato il Samsung Galaxy S5 come un terminale impermeabile, ma si è sempre limitata a descriverlo come uno smartphone resistente a sudore, pioggia, liquidi, sabbia e polvere. Tuttavia a livello tecnico, lo smartphone è certificato come IP67 che praticamente vuol dire che il device non dovrebbe subire danni se immerso fino ad un metro di profondità per 30 minuti di tempo.

galaxy-s5-toilet-640x628 (1)

Purtroppo Rob Jackson di phandroid ha testato il terminale immergendolo scherzosamente in un gabinetto e sotto un rubinetto con acqua corrente e dopo qualche giorno ha avuto la sorpresa di trovare dell’acqua all’interno del vano della batteria e nell’obbiettivo della fotocamera anteriore. Se da una parte il funzionamento del terminale non si è completamente compromesso, dall’altra, la fotocamera ha cominciato ad avere dei seri problemi che l’hanno portata a scattare delle fotografie con delle bolle/nebbiolina e a bloccarsi improvvisamente.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Secondo il redattore di phandroid però non sarebbe un problema causato da un suo errore umano perché si sarebbe assicurato di aver chiuso completamente la back-cover del device prima di effettuare il test. Tuttavia non si sente neanche sicuro nell’accusare direttamente Samsung e l’impermeabilità del Galaxy S5. Quindi se da una parte sembra essere un episodio singolo, non possiamo che ritenere la cosa abbastanza grave. Il Samsung Galaxy S5, potrebbe non essere così affidabile sotto l’aspetto impermeabilità e invitiamo l’utenza a non lasciarsi prendere dalla voglia di provare il proprio device sott’acqua, almeno finché non si sarà chiarita la questione.

via

A proposito dell'autore

Andrea Odone
caporedattore
Google+

Appassionato di tecnologia soprattutto riguardante il mondo mobile, dei software Open Source, dei Social Media e del nostro caro robottino verde. Nato a Milano più di 23 anni fa, adesso abito a Siena, in mezzo a dei bellissimi vigneti e alla natura del Chianti.

  • Francesco

    Questa certificazione ip67 vedo che è stata data molto alla leggera, tanto per far credere ai consumatori una cosa che non corrisponde a realtà. Bene, bene

    • Angelo

      Purtroppo spesso accade che pagando lautamente si hanno certificazioni con una certa “leggerezza”. Con questo non voglio dire che sia necessariamente il caso di Samsung ma che potrebbe esserlo. In altre occasioni aziende hanno ottenuto certificazioni di qualità (ben altra cosa…ma per portare un esempio) pagando sotto banco cifre consistenti…figuriamoci multinazionali di questo calibro…

  • Guido

    NON METTETELO SOTTO L’ACQUA CORRENTE!!!!!!!!!!!! MI è ANDATO A P*****E…… io l’s5 l’ho comprato in america, ora mi domando , cosa posso fare per farmelo passare sotto garanzia essendo in italia????? sono disperato :(

    • AndreaOdone

      ciao Guido caspita mi dispiace per quello che è successo al tuo S5! :( Purtroppo i dubbi erano tanti e adesso sembra essere sempre più confermato che l’impermeabilità del device non è molto affidabile… Per il discorso riguardante la tua domanda purtroppo non esistono metodi per far trasformare il tuo S5 Americano in un S5 Europeo quindi purtroppo non ti rimane che metterti il cuore in pace oppure di sfruttare l’assistenza nel paese di provenienza (cosa non semplice da gestire).

      E purtroppo calcola anche che non è detto che ti venga accetta la “richiesta” di garanzia perché il danno per Samsung è sicuramente stato fatto da te… :(