Alzi la mano chi non ha sempre sognato di avere un’automobile come KITT di Supercar, celebre telefilm in voga negli anni ’80 in cui il protagonista era un giovane David Hasselhoff. Prima di raggiungere quei livelli dovrà ancora passarne di acqua sotto i ponti, tuttavia i progressi fatti dall’industria automobilistica sono davvero importanti.

Il gruppo Jaguar-Land Rover sta infatti sviluppando un‘intelligenza artificiale da installare sui propri mezzi, la quale dovrebbe essere in grado di memorizzare le routine comportamentali dei conducenti e sincronizzarsi con tutti i dati presenti sullo smartphone, come gli impegni sul calendario, eventi a cui parteciperà o i numeri più utilizzati sulla rubrica.

[youtube http://www.youtube.com/watch?v=zaDp360NssA&w=560&h=315]

In base alla persona che si metterà alla guida, ad esempio, il sistema modifica automaticamente vari assetti come volante, posizione sedile, specchietti, ma anche la temperatura del climatizzatore. Le capacità della tecnologia spaziano anche nella dimensione extra automobilistica, “imparando” le abitudini dei vari conducenti e occupandosi di sintonizzare autonomamente il canale radio più ascoltato oppure ricordare all’autista di chiamare un numero che si è soliti contattare in determinate situazioni o, ancora, impostare le preferenze per distanza e accelerazione del cruise control adattivo.

Attraverso queste funzioni, la macchina si occuperà di tutti quei compiti che, spesso e volentieri, distraggono il conducente dalla guida e sono potenzialmente causa di incidenti, anche gravi.

ATTENZIONE - STAI CERCANDO UN BELLISSIMO REGALO DI NATALE? NON PERDERTI LE INCREDIBILI OFFERTE PROPOSTE DA AMAZON!!! SCOPRILE IMMEDIATAMENTE!!! [CLICCA QUI]

A proposito dell'autore

Marco Locatelli

Marco Locatelli nasce nella bellissima e romantica Bergamo. È un giornalista, appassionato di tecnologia e videogiochi da sempre. Ha iniziato a scrivere di videogiochi nel 2008 per semplice hobby su alcuni siti amatoriali: 4News.it e Iniziopartita.it. Poi, dopo una gavetta di circa un anno, la passione è diventata un lavoro e si è conquistato la possibilità di scrivere, sempre di videogiochi, per realtà professionali come Everyeye.it e Spaziogames.it, due dei maggiori siti di informazione videoludica in Italia. Successivamente ha collaborato con GamesNation.it e Videogame.it, per i quali ha ideato e curato la sezione "videorecensioni". La sua firma è apparsa per un paio di anni anche sulle riviste PSMania 3.0, PlayStation Magazine Ufficiale e PlayGeneration. Negli anni si è specializzato molto in video editing e speakeraggio. Continua a scrivere di videogiochi e tecnologia su Webnews, Gamesnote, l'Eco di Bergamo e, ovviamente, su Webtrek. E lo farà finché a spingerlo sarà la passione.