Non si può certo dire che Asus non abbia fatto sentire la sua presenza nel corso di questi ultimi mesi, e il perchè è sotto gli occhi di tutti: i suoi nuovi Zenfone lanciati sul mercato con schede tecniche oltremodo aggressive e a prezzi a dir poco irrisori sono stati la prova più eclatante di questa sua riscossa. Ma ora, se da una parte si è concentrati a guardare come il mercato reagirà a tanto ben di Dio, dall’altra l’azienda capitanata da Jerry Shen sta già guardando al futuro che verrà.

Durante un’intervista rilasciata al portale Yugatech, il CEO di Asus ha sì parlato del successo riscosso dal marchio durante questo periodo, ma ha altresì aperto le porte ai processori Qualcomm Snapdragon 615 (il monopolio degli Intel sulle produzioni aziendali è perciò destinato a traballare).

Ma c’è di più, poiché lo stesso Shen ha lasciato intendere che Asus non produrrà più un top di gamma all’anno e sue annesse varianti, quanto invece proporrà di concentrare le energie dell’azienda verso una successione incrementale dei vari prodotti: una scelta, questa, che catapulterà Asus verso quello che sarà il prossimo smartphone di punta, ovvero un sempre più probabile ZenFone 3.

via

ATTENZIONE - STAI CERCANDO UN BELLISSIMO REGALO DI NATALE? NON PERDERTI LE INCREDIBILI OFFERTE PROPOSTE DA AMAZON!!! SCOPRILE IMMEDIATAMENTE!!! [CLICCA QUI]