Il surriscaldamento dei processori inseriti negli smartphone di oggi giorno rappresenta uno dei temi più sentiti dall’opinione pubblica, tant’è che il polverone sollevato dal “caso Snapdragon 810” non lo si può certo dimenticare.

Proprio per questo la startup cinese Testbird ha deciso di dar vita ad un elenco nel quale potessero essere inseriti i chip più utilizzati di questi tempi e nel quale figurassero le loro temperature medie e massime raggiunte durante le operazioni di testing. Prima di dare un’occhiata ai risultati è però importante chiarire che in questa lista non sono stati inclusi i SoC che sono in commercio da meno di un anno.

Ebbene, fatte le dovute premesse i risultati sono i seguenti: il processore più caldo è lo Snapdragon 200 che per quanto riesca a mantenere una temperatura media accettabile, cade di molto quando lo si confronta con la temperatura massima raggiunta (ben 63.88 gradi!).

Per quel che riguarda le produzioni Samsung, invece, è l’Exynos 4210 equipaggiato nel Galaxy S2 e in Galaxy Tab 7 Plus quello più tendente al caldo: temperatura media piuttosto altina con 36.21 gradi e massima da 50.71 gradi. Per quanto bisrattati dall’utenza, va invece a finire che i MediaTek siano proprio quelli più freschi: il MT6595 vanta la temperatura media più bassa di tutti con 31.22 gradi e con 50.01 gradi quella massima altrettanto inferiore a tutto il resto dei SoC avversari.

fonte

ATTENZIONE - STAI CERCANDO UN BELLISSIMO REGALO DI NATALE? NON PERDERTI LE INCREDIBILI OFFERTE PROPOSTE DA AMAZON!!! SCOPRILE IMMEDIATAMENTE!!! [CLICCA QUI]