News, guide su tecnologia (Android, Windows, iOS), Games e SocialMedia

Until Dawn è stata l’ultima esclusiva PlayStation di Supermassive

Buone notizie per tutti i videogiocatori: Supermassive Games, autori di “Until Dawn” per PlayStation 4 e di altre esclusive per console Sony, ha deciso di raggiungere un pubblico più ampio e di sviluppare videogiochi multipiattaforma. La notizia viene da MCV, che ha parlato con Pete Samuels di Supermassive Games: “Abbiamo lavorato a stretto contatto con Sony sin da quando lo studio esiste, quindi per gli scorsi otto anni. Mi è piaciuto farlo, ed è fantastico lavorare con loro e abbiamo con loro una forte relazione. E penso che molto del lavoro che facciamo con loro sia in linea con ciò che vogliamo fare e dove dobbiamo andare.

Ma siamo uno studio indipendente, e siamo entusiasti, andando avanti, di portare i nostri giochi a un pubblico più ampio rispetto a quanto è accaduto in passato. In questo momento siamo completamente concentrati su questo, ed è un momento molto emozionante per noi.” Naturalmente, questo non  influisce sui due progetti già annunciati da Supermassive Games, “Tumble VR” e “Until Dawn: Rush of Blood”, che sono e resteranno entrambe esclusive per PlayStation VR, il visore per la Realtà Virtuale della PlayStation 4.

Immagino che dovremo aspettare l’uscita di questi due titoli (per ora non è stata definita una data precisa) per conoscere i progetti multipiattaforma di Supermassive Games. Sino a questo momento Supermassive Games ha sviluppato solo un paio di titoli non in esclusiva per le console PlayStation: “Big Match Striker” (nel 2010) e “Doctor Who: THe Eternity Clock” (nel 2012), che uscì comunque anche su PlayStation 3 e PlayStation Vita, oltre che su PC.