Pokémon GO: Niantic parla del multiplayer

“Pokémon GO” (qua trovate come scaricare il suo file di installazione) ha per ora una grave carenza: non ha un vero multiplayer. Come in “Ingress” (2012), precedente gioco dei suoi autori Niantic (uno studio nato dagli sviluppatori di “Google Earth”), i giocatori si dividono in squadre e cercano di conquistare i luoghi della città presieduti dai gruppi avversari. In “Pokémon GO” le tre squadre, Blu, Rossa e Gialla, si contendono le Palestre difendendole e attaccandole con i Pokémon catturati, e questa è l’unica interazione attualmente permessa tra i giocatori, l’unica forma di multiplayer.

Eppure, sappiamo che “Pokémon” è un gioco molto votato alla socialità. Nella sua serie originale posso sfidare i miei amici e i mostri da loro catturati, posso scambiare i Pokémon con loro (una caratteristica per ora assente in “Pokémon GO”, ma verrà introdotta in futuro) e alcuni Pokémon necessitano proprio di essere scambiati con altri giocatori per evolversi in forme superiori. Non solo: un Pokémon ottenuto tramite scambio, nella serie di videogiochi di ruolo originale, guadagna più esperienza dai combattimenti.

GameSpot, durante un evento competitivo di “Ingress” al Teatro dell’Opera di Sydney, ha potuto discutere con Archit Bhargava di Niantic sul futuro multiplayer di “Pokémon GO” e di come le interazioni sociali abbiano plasmato la storia di “Ingress”. “La nostra idea originale era che le persone si sarebbero limitate a trovarsi con gli amici per giocare. Ma invece, nelle città più piccole e nei paesi, la gente iniziava a conoscersi mentre giocava a Ingress, iniziavano a nascere amicizie tra persone e questo aspetto sociale diventò la cosa più importante per noi. Divenne il nostro obiettivo: volevamo incoraggiare questo divertimento in compagnia, e per questo iniziammo a fare un sacco di eventi.”

Riguardo a “Pokémon GO” invece “l’aspetto multiplayer è qualcosa che stiamo ancora esplorando, stiamo ancora cercando di capire quale sia la cosa migliore da fare. Sinora abbiamo capito che le battaglie multiplayer sono molto divertenti. Quando due giocatori di squadre diverse arrivano insieme a una Palestra rivale, se collaborano ed entrambi mandano i loro Pokémon in battaglia nello stesso momento possono far cadere una Palestra rivale più velocemente.

Ma ora stiamo facendo del nostro meglio per ripensare a come dovrebbe essere l’esperienza, come debba essere l’esperienza di Pokémon nel mondo reale. Ovviamente impariamo da Ingress, ma Pokémon GO sarà un gioco piuttosto diverso. Abbiamo una visione per Pokémon GO e la realizzeremo, ma impareremo anche cosa è meglio fare dalle reazioni della nostra comunità.” Vi prego: mettetici i combattimenti tra Allenatori di Pokémon. Vi prego vi prego vi prego.

lascia un commento