SUPERHOT diventa un gioco di carte (non chiedetemi come)

Vi ricordate “SUPERHOT”? Da semplice prototipo free-to-play, caratterizzato da una meccanica geniale (è uno sparatutto in cui il tempo si muove rallentato, tranne quando si muove il giocatore), è diventato uno degli sparatutto più brillanti e innovativi in circolazione, nonostante la sua brevità e grazie anche a una storia e a dei contenuti che, seppur ormai non  particolarmente originali, fanno da perfetta cornice alla meccanica di questo e (forse) di tutti gli sparatutto. Potete leggere qui la nostra recensione, che lo ha premiato col voto di 8,7/10.

Ora, “SUPERHOT” di Superhot Team diventa anche un gioco di carte grazie al lavoro di Board and Dice e del game designer Manuel Correia. Non ho idea di come il meccanismo basato sul tempo, il “il tempo si muove solo quando ti muovi tu” di “SUPERHOT”, possa concretizzarsi in un gioco di carte che, essendo a turni, è comunemente caratterizzato dall’alternanza di azioni e reazioni. “Gioca bene le tue carte. Prenditi il tuo tempo. Perché il tempo si muove solo quando ti muovi tu” è scritto sul sito ufficiale del gioco di carte di “SUPERHOT”, ma potrebbe valere anche per la briscola.

Più dettagli sul gioco e sulle sue per ora misteriose meccaniche verranno dati a dicembre, quando inizierà una campagna Kickstarter. Vi ricordo che altri videogioco stanno venendo trasformati in giochi di carte o da tavolo. I Kickstarter dei giochi da tavolo di “Dark Souls” e di “This War of Mine” hanno avuto un bel successo, “Bloodborne” diventerà un gioco di carte e “DOOM” sta per essere trasformato (e per la seconda volta) in un gioco da tavolo.

[AGGIORNAMENTO 18.05] Manuel Correia ha condiviso con me un indizio sulle meccaniche del gioco di carte di “SUPERHOT”: non può ancora parlarne nel dettaglio, ma afferma che si baseranno sulle stesse meccaniche del suo “Agent Decker”. “Agent Decker” è un gioco di carte per un solo giocatore. Se volete scoprire come funziona “Agent Decker” potete trovare qui il gioco e le sue carte, pronti per essere stampati e ritagliati, e vi lascio qua sopra un video di Manuel Correia stesso che spiega le sue regole.