Microsoft all’E3 mostra Crackdown 3 e ne annuncia la data di uscita

A questo E3 la compagnia è tornata a mostrare “Crackdown 3” di Reagent Games, seguito di “Crackdown 2” per Xbox 360 (2010). Un gioco basato sulla distruzione, su una grande città del futuro piena di nemici, su veicoli, armi, esplosioni. Dopo tante voci su ritardi e cancellazioni, voci già smentite, Microsoft ha finalmente annunciato la data di uscita di “Crackdown 3”, rendendolo uno dei videogiochi di lancio della sua nuova console Xbox One X, il 7 novembre 2017.

“Crackdown 3” è uno sparatattuto in terza persona e sandbox con una grande mappa che potrò distruggere come preferisco, sia in multiplayer sia, con qualche limite in più, nella sua campagna single player, modalità che si concentrerà non tanto sul distruggere la città in modi creativi ma sul salvarla. Come già annunciato in precedenza, il multiplayer di “Crackdown 3” dovrebbe essere lanciato prima della sua campagna per giocatore singolo, che verrà introdotta solo in un secondo momento. Anche in questo caso, insomma, si tratta di un gioco che rappresenta l’aspirazione della compagnia a investire nel mondo dei “game as a service” incentrati sulla componente multiplayer e sandbox (come “Sea of Thieves”) più che su una narrazione finita e compiuta.

“Crackdown 3” è anche l’occasione per mostrare le potenzialità di Microsoft Azure, una tecnologia capace di calcolare in remoto, in cloud, gli effetti della distruzione multiplayer dei giocatori. Proprio grazie alla potenza del cloud “Crackdown 3” mostra tutte le sue potenzialità non tanto nella campagna ma nel multiplayer online dove parte del calcolo è lasciato a macchine remote che permettono, almeno secondo quanto fu annunciato originariamente da Microsoft, prestazioni pari a venti volte quelle di un’unica Xbox One.

lascia un commento