Castlevania è il primo buon adattamento da videogioco secondo Rotten Tomatoes

Quando Adi Shankar cominciò a parlare della serie animata di “Castlevania”, di cui è produttore, chiarì di aver grandi aspirazioni: voleva realizzare con “Castlevania” il primo buon adattamento da videogioco della storia. Qualcosa di tanto fedele alla serie da piacere ai fan, con una scrittura di qualità tanto alta (la sceneggiatura è del fumettista Warren Ellis) da aver valore come telefilm, qualcosa che piacesse persino alla critica. Come ho scritto nella mia recensione dei quattro episodi della prima stagione di “Castlevania” la serie non è priva di difetti, ma è davvero il primo adattamento da videogioco che valga la pena vedere, come testimoniato anche da Rotten Tomatoes.

Rotten Tomatoes è un aggregatore di recensioni per film e serie televisive: le recensioni sono divise tra positive (pomodoro fresco) e negative (pomodoro marcio) e la quantità di recensioni positive (la percentuale di recensioni positive sul numero totale di recensioni) determina un giudizio complessivo sull’opera, che può essere “Fresh” (“fresca”) o “Rotten” (“marcia”). Ecco, la serie animata di “Castlevania” è il primo adattamento da videogioco ad avere su Rotten Tomatoes una valutazione complessiva “Fresh”.

Sinora, nessun adattamento da videogioco aveva superato il 60% di recensioni positive necessario, e anche se meno di venti recensioni sono state sinora raccolta da Rotten Tomatoes su “Castlevania” (e questo impedisce alla serie di guadagnarsi il bollino di “Certified Fresh”), il giudizio complessivo sinora raggiunto è estremamente positivo, con un 91% di recensioni positive (sopra il 6/10 per intenderci) e un 88% di pareri positivi dall’utenza del sito. Rotten Tomatoes, in un suo editoriale, nota anche il successo della serie nei social media, quindi nel pubblico, come segnale di un raro apprezzamento sia da parte degli spettatori sia da parte della critica per questo adattamento.

fonte Rotten Tomatoes