Tekken Mobile avrà multiplayer locale

All’annuncio di “Tekken Mobile” di Bandai Namco non mi mostrai molto entusiasta. Dai gameplay che avevo visto quando il gioco era già disponibile in Canada e si trovavano quindi già video che ne mostravano meccaniche e progressione “Tekken Mobile” mi sembrava una versione portatile molto povera di quello che dovrebbe essere un picchiaduro, una versione costruita sulle micro-transazioni e non sulla tecnica, la capacità di conoscere e prevedere l’avversario e il tempismo. “Tekken Mobile” appare insomma come l’ennesimo freemium.

A contribuire ai miei dubbi c’era il fatto che oltre a una tipica modalità single player, in cui devo usare personaggi “collezionati” da forzieri equipaggiando loro carte abilità ugualmente collezionabili per combattere in semplici scontri contro l’Intelligenza Artificiale (il gameplay dei combattimenti sarebbe a dire il vero interessante se non fosse costruito intorno a meccaniche basate su micro-transazioni), “Tekken Mobile” aveva annunciata solo una debole modalità in multiplayer asincrono in cui organizzo un dojo da difendere impostando personaggi da usare e il loro comportamento e vado a combattere contro i dojo impostati dagli altri giocatori. Una versione un po’ più raffinata, e godibile senza spostarmi di casa, delle Palestre di “Pokémon GO”.

Una novità appena annunciata non risolve, neanche parzialmente, i miei dubbi su questa iniziativa ma migliora sensibilmente la situazione: “Tekken Mobile” avrà un vero multiplayer locale. Connettendo tra loro due cellulari (credo via Bluetooth) potrò usare i miei personaggi e le carte che ho collezionato in vere partite 1-contro-1 in tempo reale. Bandai Namco scrive nello stesso comunicato stampa che “Tekken Mobile” ha anche dei piani per quanto riguarda la scena competitiva, come eSport, e che questa modalità locale è solo il primo passo nella loro realizzazione e nella loro presentazione.