Come gestire le password: tenerle al sicuro e selezionarle

Per ognuno di noi è ormai all’ordine del giorno il dover ricordare diverse credenziali per avere accesso a social network, applicazioni, pagine per l’online banking, email e molto altro. Ma qualcuno riesce davvero a memorizzare tutte queste password? La cosa è davvero molto difficile se non impossibile per la maggior parte degli utenti, per questo possono correrci in aiuto i password manager.

Ormai ne esistono di diversi in circolazione e sono programmi davvero utili per memorizzare non solo dati utente e password, ma anche altri dati riguardanti il nostro conto bancario o informazioni che solitamente non ricordiamo. Di solito sono programmi molto semplici da usare ed anche leggeri, l’importante è ricordare la password principale che andremo a scegliere per impedire l’accesso a chiunque. Sono programmi utilizzabili da pc, tablet o smartphone quindi anche molto comodi per controllare queste informazioni in qualsiasi momento.

Per capire come gestire le password, tenerle al sicuro e selezionarle tramite questi password manager basta davvero poco seguendo questa guida. Con pochi semplici click andremo a capire le diverse funzioni che ci vengono messe a disposizione e quanto possano essere utili nella vita di tutti i giorni.

ATTENZIONE: se hai perso la tua password esistono delle modalità per effettuare un recupero sicuro! Ad esempio se hai perso la password gmail (Google) è possibile recuperarla semplicemente seguendo la procedura che vi abbiamo spiegato in questo articolo: recuperare password gmail e google

Come selezionare le password migliori

Prima di iniziare a capire come gestire le credenziali per accedere ai nostri diversi account, di certo è necessario imparare a scegliere delle password sicure. Diventa infatti di fondamentale importanza in termini di sicurezza informatica aver scelto delle chiavi difficili da indovinare per i malintenzionati di turno, specie se non vogliamo che i nostri dati personali diventino di dominio pubblico. Senza poi dimenticare il rischio di rimetterci a livello monetario se i dati che vengono scoperti sono quelli per l’accesso alla nostra carta di credito. Diventa dunque vitale seguire alcune regole base quando si scelgono i dati per la creazione di un profilo online, vediamo insieme come comportarsi:

  • Scegliete password lunghe e difficili da indovinare, quindi con almeno una lunghezza sui 15-18 caratteri. Questi devono essere scelti preferibilmente evitando date di nascita o parole facili da indovinare, specie per chi ci conosce, magari mescolando lettere maiuscole e minuscole, caratteri speciali (!,?,*,ecc.) e numeri. Possiamo anche usare degli appositi programmi per la generazione automatica di password.
  • Cambiate le password periodicamente, anche se hanno un alto tasso di sicurezza. Se cambiamo dati di accesso di tanto in tanto, tipo ogni due mesi, chi vorrà tentare di accedere ai nostri account avrà maggiori difficoltà anche se nel frattempo avrà scoperto la nostra password.
  • Usare password diverse su applicazioni, siti o altri servizi in quanto vi è il rischio che se questa viene scoperta potranno essere bucati tutti i vostri account. Insomma usare password diverse massimizza la sicurezza dei servizi che andrete ad usare da pc, smartphone e tablet.
  • Attivate l’autenticazione a due fattori, ormai presente su un gran numero di servizi e siti online. Si tratta di metodi che permettono agli utenti di loggarsi associando una password temporanea a quella del proprio account. Questo metodo ormai viene messo a disposizione da Google, Facebook, Apple, Microsoft e molti altri e bisogna inserire un codice ricevuto via sms ogni qualvolta si voglia accedere da un nuovo dispositivo. In questo modo solo noi potremo avere accesso in quanto il codice temporaneo verrà ricevuto dal nostro cellulare personale.

Programmi per gestire le password in sicurezza

Per gestire password esistono diversi programmi in circolazione e sono davvero utili per fare tutto ciò in sicurezza. Si tratta di programmi che ci permettono di creare un database cifrato contenente tutti i dati di accesso ai nostri account, evitando così che ci si dimentichi qualche password con il passare del tempo. La cosa importante è non dimenticare mai la master password, cioè quella che ci permette di accedere al programma in uso e quindi a tutti i dati personali che vi abbiamo archiviato. Naturalmente trattandosi di un programma per la protezione di dati sensibili, vi è anche la possibilità di salvare non solo password create o meno da noi, ma anche numeri di conti e documenti o altro ancora.

Esistono ovviamente diversi tipi di programmi che richiedono un costo o meno per il loro utilizzo, quindi sta a noi decidere quale utilizzare a seconda delle nostre necessità e disponibilità finanziarie. Vedremo assieme le tre applicazioni maggiormente note ed usate attualmente: sono tutte multi piattaforma, quindi utilizzabili da pc, smartphone e tablet con possibilità di sincronizzare i dati salvati. La prima che andremo a considerare è un’applicazione a pagamento.

1Password

1password

Uno dei software migliori in circolazione per la gestione delle password è di certo 1Password, perfetto per chi vuole un buon programma anche a costo di spendere un po’ di soldi. Si tratta infatti di un software a pagamento, disponibile anche ad un prezzo non troppo accessibile, ma al contempo è molto facile da utilizzare. Naturalmente 1Password è compatibile con tutti i maggiori sistemi operativi (Windows, macOS, Android e iOS) e può usato con quasi tutti i browser senza troppi problemi. Al momento del primo accesso sarà possibile salvare le proprie credenziali per il login ed è possibile scegliere Dropbox, iCloud o gli stessi server di 1Password per sincronizzare i dati da salvare. Questo servizio permette non solo il salvataggio di password, dati dei propri conti ed altre informazioni sensibili, ma anche di tenere al sicuro file importanti nel proprio spazio cloud.

1password login

Per installare questo programma è necessario andare per prima cosa sul sito ufficiale e scegliere se acquistare la versione disponibile solo per il proprio OS (Windows o macOS), con un prezzo da pagare una tantum, oppure se optare per l’abbonamento avendo a disposizione la versione completa. In quest’ultimo caso sarà possibile usufruire di 1Password non solo da Pc ma anche da mobile. Il prezzo per l’abbonamento mensile è di 3,99 dollari, per utente singolo, oppure di 4,99 dollari per il pacchetto Famiglia utilizzabile da un massimo di 5 persone: vi è anche la possibilità in entrambi i casi di pagare un intero anno in anticipo. E’ disponibile anche la versione per tablet e smartphone dallo store ufficiale: per usarlo basta accedere con le credenziali del proprio account.  Per chi volesse testarlo è disponibile la versione di prova utilizzabile gratis per 30 giorni.

Se invece preferite avere un buon programma di gestione password senza spendere troppo, passiamo ad una soluzione freemium.

LastPass

lastpass logo

Un ottimo password manager è sicuramente LastPass che, non solo è completamente gratuito, ma può anche essere usato da qualsiasi browser tramite un’apposita estensione: basta scaricarla dal sito ufficiale. Come nel caso del precedente programma, anche in questo caso è disponibile un’app per dispositivi mobile (Android, iOs e Windows Phone) ed è possibile sfruttare lo spazio cloud per salvare le proprie password e sincronizzarle.

lastpass

In questo caso è possibile usufruire di alcune funzioni extra pagando un abbonamento Premium di 12 dollari annui: potrete autenticarvi usando l’impronta digitale e sfruttare 1 Gb di spazio sul server di LastPass. Anche in questo caso dovremo creare un account personale, scegliendo la nostra master password, utilizzabile poi per salvare i dati e sincronizzare tra i diversi dispositivi.

lastpass login

Per concludere parliamo di un servizio abbastanza noto e del tutto gratuito per gestire le password.

KeePass

keepass logo

Questo password manager gratis ed open source, è compatibile con tutti i sistemi operativi in circolazione ma è consigliabile solo per utenti esperti. L’applicativo è infatti disponibile in diverse versioni, cosa che potrebbe risultare dispersiva per l’utente medio, inoltre necessita di alcune configurazioni a mano: bisogna per esempio cercare l’estensione adatta al proprio browser e sincronizzare i dati con il cloud manualmente.

keepass main

Per installare KeePass basta accedere al sito ufficiale del programma e scegliere se scaricare la versione da installare o quella portable. Per macOS invece dovrete scaricare KeePassX che è la migliore versione di questo programma per questo sistema operativo. Naturalmente al primo avvio dovremo scegliere la nostra master password per salvaguardare i dati presenti nella nostra cassaforte, con la possibilità di scegliere anche una categoria per i dati salvati. Se decidiamo di sincronizzare questi dati con un nostro account Dropbox o su qualsiasi servizio di cloud, potremo sincronizzare i dati anche su altri device. Andando sempre sulla pagina ufficiale di KeePass sarà possibile scaricare i file per l’installazione su device mobile o le estensioni ed i plugin da usare su browser (questi sono presenti anche sui diversi store ufficiali).

ATTENZIONE: anche le password della propria rete wifi è consigliabile gestirle al meglio. Sopratutto non lasciate quelle pre-configurate dall’operatore che vi fornisce i servizi internet. Questo perché tramite alcuni programmi è possibile scoprire facilmente queste password, vedi il seguente articolo: WPA Tester: come scoprire la password della rete wifi

Potrebbe piacerti anche