“Undertale” ha ricevuto la sua prima patch e, anche se lo sviluppatore Toby Fox afferma il contrario, non contiene solo correzioni a bug e bilanciamento del gioco. Anzi, la patch aggiunge nuovi dialoghi e, soprattutto, rende definitivamente canonico e ufficiale Gaster, un personaggio la cui esistenza nella storia di “Undertale” era stata solo ipotizzata e che veniva generalmente considerato parte di un pezzo del videogioco tagliato e dimenticato nel codice.

Il subreddit Underminers, in cui si raccolgono i superfan di “Undertale” occupati a esplorare e piegare il codice del gioco per scoprirne ogni segreto, ha attentamente analizzato le nuove aggiunte. Ci sono, appunto, bilanciamenti del gameplay, come statistiche sistemate per boss e per altri personaggi non giocanti, la correzione di alcuni glitch, la semplificazione del puzzle del piano (ho impiegato più tempo su quel puzzle che sul resto del gioco) e la correzione di alcuni colori in modo da venire incontro ai giocatori daltonici. Ma ci sono nuove linee di testo (sia per dialoghi sia per interazioni con oggetti e luoghi) e ora Gaster è raggiungibile senza dover modificare i dati del gioco.

W. D. Gaster è (attenzione, qua si va un po’ nel territorio dello spoiler) un ipotetico fratello di Papyrus e Sans e non era possibile incontrarlo durante il gioco. Alcune parti sembravano suggerire la sua esistenza, ma l’unico modo per incontrarlo era, precedentemente, modificare manualmente i file del gioco (cioè, modificare il misterioso valore “fun”). Ora, è invece possibile veder apparire la porta grigia che porta all’incontro con W. D. Gaster senza dover smanettare, anche se la possibilità di incontrare W. D. Gaster è bassissima e lasciata al caso. Comunque, è possibile che questo rientri tra i bug fixes di “Undertale”, e che semplicemente prima la porta non potesse comparire nel gioco per un errore di programmazione.

Per confermare tutte le altre ipotesi ci vorrà un po’ di tempo in più, temo. Sappiamo di sicuro che Gaster era il precedente scienziato reale, che è scomparso in seguito a un esperimento e che una misteriosa figura è presente dietro una porta grigia che a volte compare. Tutto il resto nasce da supposizioni che, seppur a volte ben argomentate, non hanno per ora risolto tutti i miei dubbi riguardo alla misteriosa figura di W. D. Gaster. E anche la parentela con Sans e Papyrus è, al momento, davvero solo un’ipotesi. Per scoprire tutta la storia della ricerca di W. D. Gaster (sino a ora) vi consiglio questo articolo di Kotaku.

ATTENZIONE - STAI CERCANDO UN BELLISSIMO REGALO DI NATALE? NON PERDERTI LE INCREDIBILI OFFERTE PROPOSTE DA AMAZON!!! SCOPRILE IMMEDIATAMENTE!!! [CLICCA QUI]