News, guide su tecnologia (Android, Windows, iOS), Games e SocialMedia

No Man’s Sky: è possibile incontrare gli altri giocatori?

Una delle parti ancora misteriose di “No Man’s Sky”, che uscirà il 12 agosto su PC ma è già disponibile per PlayStation 4, sono le sue componenti multiplayer. Un utente di Reddit ha trovato su “No Man’s Sky” un pianeta scoperto da un altro utente (e da lui quindi battezzato) e ha contattato il giocatore per organizzare un incontro sulla sua superficie e scoprire cosa accade in queste occasioni. Sono andati esattamente nello stesso luogo, ma non si sono visti.

È uno strano risultato, molto diverso da quello che Sean Murray, capo di Hello Games e creatore di “No Man’s Sky”, aveva promesso nel 2014, discutendo con Game Informer del multiplayer. All’epoca sembrava persino che “No Man’s Sky” avrebbe avuto molti più ingredienti multiplayer convenzionali, ma anche in seguito (il 3 marzo 2016), quando Murray è tornato sull’argomento, si parlava comunque della possibilità di incontrare un altro giocatore nell’immensa galassia del gioco.

“Immagino che abbiamo sempre parlato poco del multiplayer perché No Man’s Sky non è proprio un gioco multiplayer. Anzi, è un’esperienza ragionevolmente definibile come “solitaria”. Ma vogliamo che pensiate di giocare in un universo condiviso, e penso sia importante avere questi momenti. Non vi diremo esattamente cosa succede [quando incontrate un altro giocatore]… ma non è… è una cosa che accade davvero raramente, e le possibilità che qualcuno capiti su un pianeta dove altri sono stati precedentemente sono molto basse. Ma è carino quando accade. Le possibilità che tu sia nello stesso spazio, sullo stesso pianeta allo stesso tempo di qualcun altro, è qualcosa che potrebbe non accadere mai. […] Così,  quando accadrà vogliamo che tu sia consapevole di ciò, vogliamo che tu ne sia avvisato, vogliamo che sia un momento importante.” In realtà, è bastato un solo giorno di gioco perché accadesse, ma “No Man’s Sky” non ha avvisato i due esploratori, non ha creato nessun momento speciale per loro… non li ha neanche fatti incontrare.

Non sappiamo, per ora, se è stato un bug a impedire che i due giocatori si vedessero pur trovandosi sullo stesso pianeta. A seconda di come interpretiamo una serie di tweet di Sean Murray a riguardo potremmo pensare che si tratti di un errore causato dall’elevato numero di giocatori online, che avrebbe causato guai ai server. Certamente, rispetto ad altri survival open-world e sandbox (alla fine, “No Man’s Sky” è un gioco di questo genere, solo ambientato in una galassia procedurale), “No Man’s Sky” manca per ora dei contenuti multiplayer massivi a cui molti giocatori sono abituati. Hello Games è stata molto precisa riguardo a questo e ne ha parlato in un intervento sul suo blog ufficiale: “Se speravate in cose come PvP multiplayer o la possibilità di costruire città, pilotare caccia stellari o costruire civiltà… questo non è No Man’s Sky. Col tempo però alcune di queste cose potrebbero arrivare nel gioco tramite aggiornamenti.” Per esempio, arriverà la possibilità di guidare caccia spaziali e di costruire una base.

[Fonte: Reddit]