Alla base del rinascimento del videogioco survival horror c’è Frictional Games e il suo lavoro sulla serie “Penumbra”. “Penumbra”, diviso in due episodi di storia (“Penumbra” e “Penumbra: Black Plague”) e in un bizzarro spin-off/sequel puzzle (“Penumbra: Requiem”) mostrava che il survival horror aveva ancora diritto a un suo spazio recuperando le meccaniche della serie “Clock Tower” in un’epoca dominata ormai dallo sparatutto a tinte horror come la serie di “Resident Evil” (successivamente a “Resident Evil 4”). L’evoluzione di Frictional Games e del suo stile arrivò però all’apice nel 2010, quando uscì “Amnesia: The Dark Descent”, opera che ha influenzato tutto il successivo horror indipendente. E ora questa fondamentale opera arriva su PlayStation 4.

“Amnesia: The Dark Descent” verrà distribuito su PlayStation 4 dal 22 novembre 2016 all’interno della raccolta “Amnesia Collection”, contenente “Amnesia: The Dark Descent” (2010), la sua espansione gratuita “Amnesia: Justine” (2011) e il suo seguito “Amnesia: A Machine for Pigs” (2013) una rilettura dell’horror di Frictional Games creata dagli autori di “Dear Esther”, The Chinese Room.

“Amnesia Collection” per PlayStation 4 è già disponibile per essere pre-acquistata sul PlayStation Store a €28,49 (scontato a €21,36 per gli abbonati PlayStation Plus). Come al solito, vi consiglio di aspettare di sapere come è andato il port prima di procedere all’acquisto, ma se siete anche solo vagamente appassionati ai videogiochi horror e non avete mai provato questo fondamentale titolo di Frictional Games vi invito a tenerlo d’occhio con molta attenzione.

ATTENZIONE - STAI CERCANDO UN BELLISSIMO REGALO DI NATALE? NON PERDERTI LE INCREDIBILI OFFERTE PROPOSTE DA AMAZON!!! SCOPRILE IMMEDIATAMENTE!!! [CLICCA QUI]