News, guide su tecnologia (Android, Windows, iOS), Games e SocialMedia

Il cantautore Dion querela Bethesda per l’uso di The Wanderer in Fallout 4

Dion DiMucci, cantautore degli anni Sessanta, ha deciso di querelare ZeniMax (proprietaria di Bethesda Game Studios) per l’uso che la compagnia ha fatto della sua canzone “The Wanderer” (uscita nel 1961 e scritta con Ernie Maresca) in un trailer del videogioco post-apocalittico “Fallout 4”. “Beh son quel tipo di ragazzo/ che non smette mai di girare/ se ci son belle ragazze, sai che sono lì intorno/ Perché sono il vagabondo/ sì, il vagabondo/ perché vago in giro in giro in giro”.

Dion non è stato contento del collegamento tra la sua canzone (usata anche all’interno di “Fallout 4”) e i contenuti del trailer stesso, che trovate qua sopra. Secondo il cantautore la pubblicità è “criticabile perché contiene ripetuti omicidi in un mondo oscuro e distopico, dove la violenza è glorificata come sport. Gli omocidi e la violenza fisica non son compiuti per proteggere vita innocente, ma sono invece immagini ripugnanti e moralmente indifendibili pensate per attirare giovani consumatori.”

Capisco cosa voglia dire e la descrizione che Dion fa potrebbe essere applicata quasi a qualsiasi videogioco sparatutto, ma non mi sembra adeguata per il trailer (dove viene mostrata solo una sparatoria contro dei Supermutanti) o per “Fallout 4”, dove la violenza non è “glorificata come sport”. Certo, non posso dire che “Fallout 4” incoraggi la risoluzione pacifica dei conflitti, ma è anche un videogioco dove, come scrissi ai tempi della mia recensione, è difficile “essere cattivo”, è un gioco che vuole indirizzarmi su una certa strada e rendermi l’eroe che riporterà la società nelle lande post-apocalittiche degli Stati Uniti d’America.

Secondo quello che ci risulta da documenti recuperati dal sito The Wrap, Dion aveva accordato a ZeniMax l’uso di “The Wanderer” al patto di poter ritirare la canzone, o di poter negoziare una maggior somma di denaro per il suo sfrummento, nel caso non fosse stato d’accordo con l’uso. ZeniMax avrebber però nascosto il trailer a Dion, che ha scoperto come la sua canzone è stata usata solo quando la pubblicità è iniziata a circolare. Se Dion avesse saputo prima del trailer, dicono i documenti, avrebbe potuto chiedere di modificarne la narrazione in modo da raccontare “la storia di una lotta post-apocalittica per la sopravvivenza, senza alcuna codarda violenza”. Oppure avrebbe chiesto più soldi “per salvaguardarsi dal potenziale danno derivante dall’assere associato con le immagini immorali” del trailer di “Fallout 4”. Per quanto davvero capisco che la violenza a cui i videogiocatori abituali sono abituati e a cui sono ormai assuefatti sia esagerata a chi non passa ore ogni giorno a fingere di uccidere persone (o Supermutanti) non capisco effettivamente cosa Dion abbia visto di tanto terribile in questo trailer… a parte un’occasione per prendere qualche soldo in più.

fonte The Wrap