Sony spaccia per suo il video di Anthem che gira su Xbox One X

Il canale YouTube di PlayStation ha pubblicato il video di “Anthem” (il nuovo videogioco “alla Destiny” di BioWare ed EA) mostrato all’E3. Ma, siccome il video girava originariamente su Xbox One X (ed è stato infatti mostrato durante la conferenza Microsoft), Sony ha deciso di togliere malamente i tasti di Xbox dall’interfaccia sostituendoli altrettanto malamante con i tasti della PlayStation 4. E quando dico “malamante” intendo che ogni tanto i tasti di Xbox tornano visibili. Non si tratta quindi della stessa demo fatta girare su due console diverse, insomma, ma proprio del video preso e truccato per parar realizzato e renderizzato su una console Sony.

Sony ha ora rimosso il video incriminato, ma vi riporto qui sotto un’immagine, pubblicata nell’articolo di Eurogamer citato come fonte, in cui si vedono chiaramente i nomi dei tasti dorsali del DualShock 4 brutalmente sovrapposti ai nomi dei tasti dorsali del controller di Xbox One. Un lavoro davvero rozzo: non son riusciti neanche a far combaciare i due rettangoli. Succede questo quando per risparmiare sulla grafica qualcuno propone di far fare il lavoro al cugino “ché lui tanto è bravo coi computer”.

anthem-sony-xbox-one-x

È una figuraccia, ma in realtà è già successo che console diverse proponessero video uguali semplicemente cambiando i tasti mostrati. Il problema è che il video di “Anthem” mostra il gioco nella sua versione Xbox One X, la nuova e potente console della famiglia Xbox One, e quindi ha una qualità grafica potenzialmente irraggiungibile su una PlayStation 4 Pro. Sony farebbe quindi passare la sua console come capace di risultati visivi in realtà impossibili nella realtà spacciando il video di Xbox One X come suo? Oppure la verità è che la qualità grafica di “Anthem” sarà identica su Xbox One X e PlayStation 4 Pro perché BioWare ed Electronic Arts non intendono spendere risorse per ottimizzare il loro nuovo videogioco oltre le prestazioni di PS4 Pro e per una console, Xbox One X, che promette già di essere ben poco diffusa?

fonte Eurogamer