Spotify è inarrestabile: raggiunti e superati i 60 milioni di abbonati

Spotify, il servizio di streaming musicale che permette di ascoltare musica gratuitamente e attraverso sottoscrizione mensile, ha ufficialmente superato i 60 milioni di iscritti paganti. A darne notizia proprio la pagina di supporto del team di sviluppo, spazio in cui è stata sottolineata l’impressionante diffusione dell’app non solo su smartphone e tablet ma anche su PC e Smart TV.

Gli ultimi dati statistici riguardano in particolar modo al mese di Marzo, quando Spotify era a quota 50 milioni, e subito dopo a Giugno, periodo in cui la compagnia ha pubblicamente confermato un ammontare di 140 milioni di utenti totali (iscritti free + abbonati Premium). La grande crescita del servizio è valsa all’inarrestabile app la collaborazione con i big dell’industria musicale come Universal Music Group o Sony, due delle aziende con cui Spotify ha stipulato un accordo che permette agli artisti delle rispettive case discografiche di rendere disponibili i propri brani solo ed esclusivamente agli utenti paganti per un certo periodo di tempo. Simili partnership verranno presto consolidate anche con la Warner Music Group, altro grande nome dell’industria.

L’app in sé ha subito di recente grandi cambiamenti. L’ultimo in particolare ha coinvolto l’interfaccia, resa più intuitiva e ricca di funzioni, e la possibilità di scaricare i brani direttamente sul proprio device. Il margine di miglioramento è comunque ancora amplio; in futuro ne vedremo delle belle…

fonte The Verge