Twitch Desktop App sfida Facebook, YouTube, Steam, Skype e Discord

È ora possibile scaricare la versione definitiva della Twitch Desktop App, che sostituisce anche il precedente e temporaneo launcher di Twitch che si occupava di gestire i giochi regalati agli abbonati Twitch Prime (l’abbonamento, vi ricordo, è gratuito per gli abbonati Amazon Prime e viceversa). “Pulse”, il social network integrato di Twitch, vuole far concorrenza a Facebook, Twitch ora permette anche di acquistare videogiochi direttamente dalla piattaforma e con Twitch Desktop App non solo Twitch, social network e client per i videogiochi saranno tutti integrati in un’unica applicazione, ma Twitch vuole proporsi anche come alternativa a Discord.

La Twitch Desktop App permette infatti videochiamate (con un limite di cinque utenti) e creazione di server in stile Discord in cui far chattare via testo e voce gli streamer e i loro appassionati anche al di fuori delle dirette e anche quando lo streamer stesso non è collegato. Contemporaneamente, Discord sta sperimentando l’implementazione di video chat e di condivisione degli schermi, ma sinora queste funzionalità sono disponibili solo per un numero limitato di utenza.

È possibile scaricare da qui la Twitch Desktop App e dopo averla installata potrete fondere l’account con quello della comunità di modding CurseForge (questa applicazione nasce proprio dall’acquisto di Curse), potrete sincronizzare gli amici da altri servizi come Skype e, cliccando su “Libreria”, potrete importare qui tutti i vostri giochi disponibili attraverso il vecchio Twitch Launcher. Attualmente non è possibile acquistare videogiochi direttamente dal client, l’implementazione di Pulse non è ancora avvenuta, l’archivio video degli streamer è consultabile solo attraverso il browser e mi sembra che non sia disponibile la possibilità di ottenere le ricompense di Twitch Prime. O comunque è ben nascosta e non son riuscito a trovarla. Insomma, è ancora un po’ acerba come applicazione e probabilmente vorrete continuare ad aprire Twitch da browser quando siete al PC, ma è un primo passo per un servizio capace di competere contemporaneamente con Facebook, YouTube, Steam, Skype e Discord.