Streets of Rage arriva su smartphone con multiplayer locale

SEGA Forever è una collana di videogiochi (in teoria di classici, ma c’è già un’eccezione) Sega distribuiti gratuitamente su dispositivi mobili Android e iOS. Ho già discusso della qualità un po’ altalenante di questi port, malamente ottimizzati, segnalando come notevoli eccezioni “Sonic the Hedgehog Classic” e “Sonic the Hedgehog 2 Classic”, remake dei primi due episodi della serie di “Sonic the Hedgehog” realizzati da Christian Whitehead, autore anche di “Sonic Mania”, e arricchiti da contenuti assenti nei giochi originali ma perfettamente inseriti. Il sistema di controllo di “Sonic the Hedgehog”, basato sull’uso di un solo tasto per tutte le azioni (a parte il movimento), è poi particolarmente adatto ai dispositivi mobili. Ora Sega ha portato in SEGA Forever “Streets of Rage” (1991), uno dei più amati picchiaduro a scorrimento nella storia del videogioco.

La storia del gioco è piuttosto semplice: in una città corrotta tre ex-poliziotti esperti di botte scendono in strada per distruggere la malvagia organizzazione di Mr. X. “Streets of Rage” è, come gli altri giochi di SEGA Forever, free-to-play con annunci pubblicitari tra i livelli e nei menù, annunci che possono essere disattivati comprando la versione a pagamento del gioco a €2,3. La novità è che “Streets of Rage” permette di giocare in multiplayer locale, una funzione sinora assente in SEGA Forever.

Posso quindi giocare a “Streets of Rage” con un amico facendo comunicare i nostri smartphone via wi-fi, e il multiplayer locale funziona persino tra cellulari Android e iOS (cioè è cross-platform). Il multiplayer locale non resterà inoltre solo in “Streets of Rage” ma sarà aggiunto anche ad altri giochi della piattaforma SEGA Forever, come “Golden Axe” e “Altered Beast”, finalmente dando un senso a giochi nati come esperienza multiplayer ma resi single-player nel passaggio a dispositivi mobili. “Streets of Rage” è già disponibile per Android e iOS.