Samsung Galaxy Fold tarda ad arrivare ma i coreani ne approfittano per sistemare il firmware

L’attesa potrebbe non rivelarsi vana: Samsung Galaxy Fold, o quantomeno la sua disponibilità alla vendita, resta avvolto nel mistero. I pre-ordini sono stati cancellati, le rassicurazioni di Dj Koh, ormai risalenti a un mese fa, su un arrivo ritenuto imminente sono ormai cadute nell’oblio. Insomma, la sensazione è che il primo smartphone con display pieghevole dell’azienda coreana si farà attendere ancora per qualche mese, chissà se fino ad inizio autunno.

Nel frattempo, però, Samsung potrebbe cogliere la palla al balzo e cercare almeno di proporre da subito un device privo di qualsiasi problema sul piano software. Sì, perché oltre alle note problematiche del display che hanno causato il rinvio della data di lancio, anche da quel punto di vista emersero difetti evidenti nelle unità di prova.

Più in particolare c’erano difficoltà nell’utilizzo corretto di tutto lo schermo da parte di alcune app come Facebook e Instagram, e anomalie nel passaggio alla modalità landscape. Senza dimenticare che Samsung dovrebbe integrare anche alcuni avvisi sulla pellicola protettiva del display che, lo ricordiamo, non dovrà essere rimossa per non compromettere il corretto funzionamento dello schermo. Un particolare che, comunque, il colosso coreano dovrebbe aver curato portando i bordi della pellicola al di sotto delle cornici, di fatto rendendola non rimovibile.

Le voci parlano di 11 nuovi firmware testati nel solo mese di maggio. Uno sforzo, insomma, notevole da parte del team di sviluppo, il tutto mirato a limitare i danni quando Samsung Galaxy Fold sarà finalmente disponibile.

Su Amazon è intanto disponibile, in offerta, il recente Samsung Galaxy S10e: Samsung Galaxy S10e Smartphone, Giallo (Canary Yellow), Display 5.8", 128 GB Espandibili, Dual SIM [Versione Italiana]

fonte SamMobile
Potrebbe piacerti anche