Blizzard: Titan è stato un fallimento terrificante ma ha fatto nascere Overwatch

Jeff Kaplan di Blizzard ha parlato a GameSpot del fallimento di “Titan”, quello che sarebbe dovuto essere l’mmorpg successore di “World of Warcraft”, e di come questo fallimento ha portato a “Overwatch” (che decisamente non è un fallimento invece). “Titan” fu annunciato nel 2010 e poi cancellato nel 2014. “Avevi a lavorare su Titan una squadra incredibile e piena di talenti, ma abbiamo fallito in un modo terrificante e in ogni cosa… in ogni cosa in cui un progetto può fallire. È stato devastante”.

“Avevi queste persone, che venivano da altre compagnie o da Blizzard e che erano abituate a lavorare a grandi successi come World of Warcaft. Trovarsi di fronte a un fallimento totale e completo è molto difficile per chi è abituato al successo. […] Nessuno disse nulla, tutti erano estremamente di supporto, ma penso che ci fosse un intimo imbarazzo, un dirsi : No, dobbiamo provare che anche noi siamo degni di stare dentro Blizzard, possiamo fare qualcosa che renda la compagnia fiera di noi.”

Questa volontà di rivalsa della squadra si è riversata in “Overwatch”, il nuovo (e primo) sparatutto online a squadre di Blizzard, un gioco che mescola il gameplay di “Team Fortress 2”, la grafica dei film della Pixar e le influenze MOBA ormai di moda. Se volete approfondire, trovate qua sopra il primo di tre video di GameSpot che racconterà la nascita di “Overwatch”, partendo proprio dai suoi autori e dal fallimento di “Titan”. “Overwatch” uscirà il 24 maggio su PC, Xbox One e PlayStation 4 e la sua beta aperta (a tutti) inizia invece il 5 maggio. Il 25 aprile, in occasione della fine della beta chiusa, pubblicheremo una prima anteprima di “Overwatch”.