News, guide su tecnologia (Android, Windows, iOS), Games e SocialMedia

Remedy lavora a due nuovi giochi, senza Microsoft

Remedy, lo sviluppatore finlandese famoso per Max Payne, Alan Wake e il recente Quantum Break, annuncia di essere al lavoro su due nuovi giochi e di aver operato soprattutto una profonda e importante ristrutturazione interna. Formato da 130 impiegati, lo studio si è suddiviso in due team diversi, così da snellire il lavoro e permettere una pubblicazione più rapida dei nuovi progetti. Un team sta lavorando a un gioco già in via di sviluppo in collaborazione con un nuovo partner, questa volta quindi senza il supporto di Microsoft. Il progetto è una nuova IP e tripla-A, ma per il momento non possono essere svelati ulteriori dettagli, nemmeno sull’identità del publisher. Sarà quest’ultimo ad avere la parola finale per decidere quando annunciare ufficialmente il gioco.

L’altro titolo in lavorazione rientra anche nella categoria dei prodotti tripla-A, ma per adesso non c’è una strategia ben definita. Lo sviluppo è veramente alle fasi embrionali e non è chiaro se sarà anche questo una nuova IP o un episodio inedito di un franchise legato a Remedy. Nessuno di questi giochi verrà comunque mostrato quest’anno, perlomeno non all’E3 e non al Gamescom di agosto. Nel frattempo, continuerà il supporto per migliorare la versione PC di Quantum Break e proseguono le trattative con Microsoft per dare vita a un nuovo Alan Wake, molto atteso dagli appassionati.

Fonte