News, guide su tecnologia (Android, Windows, iOS), Games e SocialMedia

Nintendo NX: cosa ne sappiamo

A questo punto le informazioni sul Nintendo NX sono abbastanza da farci ormai un’idea piuttosto precisa su come sarà la prossima console Nintendo, e alcuni leak diffusi stanotte danno contorni ancora più definiti alla faccenda. Prima di tutto è ormai opinione diffusa che il Nintendo NX non sia un ibrido tra console fissa e console portatile: nonostante alcune voci e alcuni brevetti facessero pensare a esperimenti in questo senso questa opzione non deve essere andata a buon fine. Diversamente, Nintendo potrebbe essere interessata alla possibilità di aggiungere potenza al Nintendo NX tramite periferiche opzionali.

Kevin Carreiro, 10k sul forum NeoGAF, è una fonte piuttosto credibile, e attenta alla provenienza delle informazioni che pubblica, quando si parla di Nintendo. In una serie di tweet, ora cancellata ma che sono riuscito in parte a recuperare o memorizzare (dovrete insomma fidarvi di me) Carreiro riporta le informazioni di quella che definisce una fonte credibile e che conosce da molto tempo. Secondo questa fonte, il Nintendo NX verrà a costare sui $350, avrà una potenza di 3 TeraFLOPS (questo renderebbe il Nintendo NX più potente anche della PlayStation 4K Neo) e avrà un controller simile al GamePad dello Wii U, ma più piccolo, capace di collegarsi da più lontano e con grilletti analogici (cioè sensibili alle diverse pressioni).

kevin carreiro nintendo nx 10k

Il GamePad avrà una delle caratteristiche più interessanti del Nintendo NX: sarà possibile giocare in tutta la casa tramite la rete Wi-Fi ai giochi della console. Carreiro, nel tweet che son riuscito a salvare, parla anche di “AR”, Realtà Aumentata, senza approfondire però l’argomento. Quello che Kevin Carreiro è riuscito sinora a scoprire del Nintendo NX, sia per quanto riguarda caratteristiche tecniche sia per quanto riguarda i giochi disponibili, è riassunto in un suo tweet e, per ora, si privelato piuttosto coerente con le altre informazioni che conosciamo. Unica importante eccezione: Emily Rogers ha scoperto che il Nintendo NX non avrà un’architettura x86 ma chip personalizzati.

Intanto, Nintendo ha proseguito nella registrazione di un brevetto, da noi già discusso in precedenza, che mostra l’uso di periferiche aggiuntive capaci di aumentare la potenza di calcolo di una macchina principale. Come al solito, un brevetto può voler dire poco, ma il fatto che Nintendo non si sia limitata a presentarlo e poi abbandonarlo ma abbia ora anche pagato per completarne la registrazione fa pensare che il Nintendo NX possa effettivamente avvalersi di una simile tecnologia. Sarebbe anche possibile condividere la potenza di calcolo aggiuntiva con altri utenti, via internet, in cambio di potenza di calcolo, sconti su giochi, accesso a contenuti, punti My Nintendo, medaglie e altre forme di pagamento.