Come risparmiare la connessione dati su Android

Il traffico dati di una scheda SIM su smartphone Android, iPhone su tablet e su PC è sempre molto limitato. In Italia è un mercato davvero crudele, e tutte le offerte telefoniche dei gestori sono costose e non forniscono internet illimitato. Per quanto riguarda l’ADSL e la fibra ottica nella linea del telefono fisso si possono trovare molte offerte flat che danno internet senza limiti di tempo e di traffico. Ma per quanto riguarda internet su mobile con gli operatori italiani Tim, Vodafone, Wind, Tre ed altri operatori virtuali, non esiste niente del genere. Quando paghiamo per le nostre offerte telefoniche ci viene fornito sempre un determinato quantitativo di traffico dati di cui usufruire. Per chi si chiede cos’è, tale traffico è quantificato con i GB. Una volta terminati quelli, per il resto dei 28 giorni dell’offerta fino al prossimo rinnovo l’utente è costretto a navigare ad una velocità molto ridotta.

Oppure si vede attivato il blocco della connessione dati a seconda dell’operatore telefonico a cui appartiene, dopo il quale la linea non funziona più per navigare con browser e scaricare. Per poter riavere la connessione dopo che i GB di traffico sono finiti bisogna aspettare il mese prossimo oppure pagare un ulteriore compenso al gestore telefonico per aggiungere più MB, spesso a prezzi molto poco convenienti. C’è poi da dire che una volta passati i 28 giorni il traffico residuo viene azzerato e non è più utilizzabile. Per questo motivo diventa molto importante risparmiare la connessione dati. Su smartphone spesso i consumi sono davvero molto elevati, e il traffico viene eroso molto facilmente anche ad insaputa dell’utente. Sono tantissimi i momenti in cui si effettuano download e upload senza neanche accorgersene.

Giusto per fare un esempio, ci sono tantissime app Android in background che consumano in automatico la connessione per aggiornarsi, per mandare le notifiche e per raccogliere dati da fornire all’utente. E ci sono tanti altri fattori che fanno durare i GB molto poco. Questo vale sia sui migliori smartphone Samsung e delle altre migliori marche, che per gli smartphone economici e gli smartphone cinesi allo stesso modo. Ci sono però alcune accortezze che si possono prendere per prolungare molto la durata dei GB della connessione. Vi abbiamo spiegato nel dettaglio in una guida come risparmiare batteria smartphone Android. E vi abbiamo poi mostrato in un’altra guida le migliori app per aumentare prestazioni Android. Adesso vi spieghiamo con questa nuova guida come risparmiare la connessione dati su Android.

Risparmiare connessione dati Android: Google Chrome

connessione dati

La navigazione web insieme alla visione di contenuti multimediali hostati online sono ciò che consuma di più la connessione dati. Il caricamento di pagine contenenti molte immagini e altri contenuti di grandi dimensioni erode il traffico dati in una maniera non indifferente che non fa durare molto i GB. Tuttavia se utilizzate il browser Google Chrome potete avere a disposizione una funzionalità che permette di comprimere le pagine web. In questo modo non dovrete rinunciare alla visualizzazione di immagini od altri contenuti, ma tutto verrà compresso, con una qualità inferiore ma con un risparmio significativo sulla connessione dati. Con la compressione dei dati su Google Chrome potete risparmiare fino al 35 percento del traffico dati.

Per attivare la compressione aprite Google Chrome e poi toccate l’icona dei tre puntini, quindi scegliete la voce Impostazioni. Fatto ciò selezionate Risparmio dati, e nella maschera che apparirà spostate l’interruttore da Off a On. Quando non ne avrete più bisogno vi basterà spostare di nuovo l’interruttore su Off.

Vi lasciamo il link per scaricare gratis Google Chrome con opzione per risparmio connessioni dati direttamente dal Play Store: Google Chrome

Risparmiare connessione dati Android: AdBlocker

connessione dati

Avete presente la pubblicità che appare su gran parte dei siti web dell’internet? A volte si tratta di banner con solo testo, a volte di immagini e a volte addirittura di video con tanto di musica. Ebbene, tutto questo tipo di advertising se visualizzato in tante pagine consuma non poco la connessione dati. Dato che è spesso inutile per l’utente, disattivare la pubblicità è un grande guadagno in termini di traffico dati, e in più rende la navigazione più confortevole dato che non ci sono fastidiose pubblicità che occupano parti dello schermo. Per bloccare la pubblicità dovete utilizzare un browser AdBlock o un’estensione. Al seguente link trovate la nostra guida con i migliori browser AdBlock Android.

Risparmiare connessione dati Android: Limitare i dati delle app

A differenza di ciò che molti pensano, non è solamente la navigazione web e il download via browser che consuma la connessione dati su uno smartphone Android o un tablet. Anche molte app in background accedono ad internet in modo automatico, a volte per aggiornare i dati al loro interno e a volte per altri motivi. Si pensi ad esempio a Facebook, che per notificarci ciò che postano i nostri amici deve collegarsi ad internet continuamente, oppure all’app delle mail che fa la stessa cosa. Per risparmiare il traffico dati potete limitare i dati in background, ossia impedire alle applicazioni di accedere ad internet. Questo potete farlo per ogni singola applicazione, ma tenete conto che se lo fate non riceverete notifiche da quella app che implicano la connessione ad internet. Quindi in caso di WhatsApp ad esempio, non riceverete i messaggi.

Per limitare le app in background andate sulle Impostazioni, identificate dall’icona dell’ingranaggio nel menu del vostro device. Adesso scegliete Utilizzo dati, scheda in cui potete controllare anche quanto traffico dati avete consumato in tutto il tempo che avete utilizzato lo smartphone. Sulla parte inferiore di questa maschera troverete la lista delle applicazioni che consumano dati. Toccate sopra l’app a cui volete impedire l’accesso ad internet per non consumare la connessione dati. Nella scheda che appare spostate l’interruttore su On della voce Limita dati app in background. Fate ciò con ogni app, più ne includete e più risparmierete traffico dati.

Risparmiare connessione dati Android: NetGuard

connessione dati

NetGuard è una applicazione che permette di impedire totalmente alle applicazioni di accedere ad internet, e glielo si può impedire in modo molto più veloce e immediato di quanto succeda con l’opzione che vi abbiamo mostrato nel precedente paragrafo. In più potete limitare l’accesso ad internet per le app non solo quando usano la connessione dati, ma anche quando lo smartphone è connesso via WiFi. E’ una cosa molto utile per chi usa modem portatili con schede SIM all’interno oppure linee telefoniche con offerte limitate e non flat. Sono disponibili anche altre opzioni in questa app per risparmiare connessione dati, come ad esempio il blocco del roaming, e tanto altro. Vicino ad ogni app appare di preciso quanti dati ha consumato in un determinato giorno, e questo è molto importante per regolarsi e non rimanere mai a corto di MB. Interessante anche la presenza di un widget per la barra di stato con le statistiche a proposito dell’utilizzo dei dati.

Risparmiare connessione dati Android: Aggiornamenti app

Molte delle app che avete sullo smartphone, se non tutte, periodicamente ricevono degli aggiornamenti. C’è però un problema: spesso gli aggiornamenti occupano parecchi MB di spazio, e nel caso li scarichiate questi MB vengono sottratti all’offerta della vostra connessione dati. Per ovviare a questo problema, il sistema operativo del robottino verde mette a disposizione un’opzione che permette di far aggiornare le applicazioni solamente quando il terminale è connesso ad una rete WiFi, e non con il traffico dati.

Per utilizzare tale opzioni recatevi sul menu del vostro dispositivo Android ed aprite il Play Store di Google, ossia il market per scaricare app. Ora toccate il tasto con le tre linee che simboleggia il menu dell’app, e poi premete Impostazioni. Toccate adesso sulla voce Aggiornamento automatico app, e mettete il pallino su Aggiornamento automatico app solo tramite Wi-Fi.

Risparmiare connessione dati Android: Niente download

Può sembrare scontato, ma molti non lo sanno. Per risparmiare la connessione dati dovete assolutamente scaricare il meno possibile. Tenete conto che ogni MB di contenuti che scaricate è un MB che si sottrae al vostro traffico dati. Evitate di scaricare specie i file multimediali come canzoni ma anche documenti, di guardare video, e di scaricare giochi. Inoltre evitate anche di utilizzare i servizi di cloud come Google Drive e Dropbox, in quanto ogni volta che accedete ad un contenuto all’interno del cloud è come se effettuaste il download. Ovviamente lo stesso discorso vale anche per l’upload. Evitate di caricare foto e altri tipi di file sul web se volete risparmiare la connessione dati, incluso inviare file sulle chat di WhatsApp oppure condividerli sui social network.