Final Fantasy 15 su PC potrebbe persino supportare le mod

L’ultimo numero della versione settimanale di Famitsu contiene interviste a Yoshinori Kitase, produttore di “Final Fantasy 7 Remake”, Shinji Hashimoto, colui che gestisce l’intero marchio “Final Fantasy”, e Hajime Tabata, direttore di “Final Fantasy 15”. Tabata ha naturalmente parlato proprio di “Final Fantasy 15”, dei suoi risultati commerciali e del suo futuro. Intanto, Square Enix è soddisfatta delle vendite, ma si è accorta che mentre il gioco è stato apprezzato oltreoceano, dove siamo già abituati ai videogiochi di ruolo d’azione open-world, il pubblico giapponese e quello che preferisce dare priorità alla trama non si è rivelato altrettanto contento della direzione presa.

Riguardo invece agli aggiornamenti futuri (“Final Fantasy 15” sta ricevendo sia DLC gratuiti, sia DLC a pagamento sia aggiornamenti gratuiti anche importanti), Tabata ha detto che Square Enix sta ancora lavorando ai contenuti per la Realtà Virtuale annunciati per il gioco, ma non sa quando saranno distribuiti perché lo sviluppo non è ancora a un punto abbastanza avanzato per permettere di fare previsioni. Riguardo all’aumento delle aree giocabili Tabata ha spiegato che è una prospettiva possibile, ma attualmente non pianificata. “Potremmo rimetterci a creare aree giocabili in espansioni future, ma siccome ci vorrebbe un anno per fare una cosa del genere non è attualmente nei nostri piani. Per amore della discussione, se preparassimo nuovi ambienti giocabili Insomnia sarebbe un candidato, ma anche questo ci impegnerebbe per un anno.” Di recente alcuni giocatori sono riusciti a sfruttare glitch per uscire dai confini del gioco e hanno trovato aree di Niflheim già parzialmente costruite che hanno fatto ipotizzare future espansioni del territorio esplorabile, ma Tabata smentisce esplicitamente che quegli elementi siano stati inseriti a questo scopo.

Infine, Tabata ha detto cose parecchio interessanti sulla possibilità di un port su PC. “Mi piacerebbe portare il gioco su PC almeno dal punto di vista della sfida tecnica. Vorrei mostrare agli utenti PC come è Final Fantasy 15 su macchine di grande potenza e anche io vorrei vederlo. Inoltre, vorrei provare a sviluppare su PC cercando di introdurre caratteristiche uniche ed esclusive del gioco su PC come la possibilità di creare missioni personalizzate e di godersi il mondo di gioco con cose come mod”. “Final Fantasy 15” si avvicinerebbe così ulteriormente, su PC, a come intendiamo il videogioco di ruolo open-world occidentale.

[Fonte: Famitsu via Hachima Kikou via Gematsu che al mercato mio padre comprò]