Destiny 2 taglia contenuti endgame a chi non compra i DLC

È appena arrivata “Maledizione di Osiride”, la prima espansione a pagamento per “Destiny 2” di Bungie e Activision. È uscita tre mesi dopo il lancio del gioco base (e un mese e mezzo dopo il lancio della versione PC), con gli utenti che già lamentavano carenza di contenuti per l’endgame e soluzioni ancora poco chiare a questi problemi, e Bungie ha dovuto anche annullare la terza diretta di anteprima del DLC per dar spazio alla pubblicazione di un nuovo dettagliato piano per gli aggiornamenti futuri del gioco. Ma quando l’espansione è uscita gli utenti hanno scoperto (o ricordato, perché funzionava in modo simile in “Destiny” originale) che chi non la ha acquistata ha perso accesso a parte dei contenuti endgame del gioco, a contenuti endgame che finora aveva potuto giocare.

L’endgame di “Destiny 2” consiste sostanzialmente in Incursioni (lunghe missioni per 6 giocatori) ed eventi chiamati “Cala la notte” (un tipo particolare di Assalto, attività per tre giocatori). Per partecipare a queste attività bisogna aver raggiunto un certo livello (Livello di Potenza), e per accedere alla versione avanzata di queste attività, la loro modalità “Prestigio”, bisogna avere un Livello di Potenza ancora superiore. L’arrivo di “Maledizione di Osiride” ha alzato il Livello di Potenza massimo, portandolo a 330 per chi ha il DLC, il livello necessario per queste attività è aumentato di conseguenza e chi non ha l’espansione, e non può arrivare al nuovo livello massimo, si trova ora escluso dalle varianti Prestigio dei due eventi.

Chi non possiede “Maledizione di Osiride” non può neanche accedere alla nuova playlist esclusiva dell’espansione nel Crogiolo, ma può continuare a giocare nella playlist Partita veloce e Competitiva. Il fatto che Bungie abbia aggiunto cose da fare è certo positivo e, come ho accennato all’inizio, la situazione non è diversa da quella in “Destiny” originale: siccome per esempio i “Cala la notte” sono versioni particolari di Assalti, e gli Assalti sono parte delle campagne, anche in “Destiny” originale quando un Cala la notte riguardava un Assalto della campagna di un’espansione era accessibile solo a chi aveva acquistato quell’espansione. Ma non riesco a non trovare strano che a chi non  ha comprato “Maledizione di Osiride” sia scomparso dopo tre mesi un pezzo di gioco a cui prima aveva accesso, soprattutto è strano per i giocatori PC che hanno avuto solo un mese e mezzo di accesso a queste attività. Siccome per ottenere il Trofeo Platino a “Destiny 2” su PS4 è necessario completare almeno un evento in modalità Prestigio questo cambiamento rende anche apparentemente impossibile “platinare” il gioco possendendone solo la versione base. Sostanzialmente, chi vuole giocare a “Destiny 2”, come chi prima voleva giocare a “Destiny” originale, deve comprare i DLC, o in breve tempo vedrà diminuire i contenuti a lui accessibili.

via Kotaku Reddit