Nintendo non abbandonerà il Nintendo 3DS dopo il 2019

Nintendo 3DS (uscito nella sua versione originale nel 2011) vive una delicata transizione. È una transizione che, prima di tutto, riguarda il suo hardware: Nintendo si sta concentrando solo su poche versioni della macchina preferendo quelle senza 3D stereoscopio 2DS e New 2DS XL.

È poi una transizione dell’industria: le console portatili non hanno più la diffusione di un tempo. In parte questo è dovuto al declino generale del mercato console, soprattutto in Giappone, in parte questo è dovuto alla diffusione di smartphone e tablet che sono ora in tutto il mondo le nuove console portatili anche e soprattutto del pubblico giovanissimo a cui un tempo queste macchine si indirizzavano.

Basta vedere la differenza tra le console portatili della scorsa generazione, Nintendo DS e PlayStation Portable, e quelle di questa generazione, Nintendo 3DS e PlayStation Vita, per accorgersi che la maggioranza dell’utenza si è persa per strada e non è stata sostituita con nuovo pubblico: nel 2016 Nintendo DS e PlayStation Portable avevano in tutto venduto 230,32 milioni di unità mentre sinora Nintendo 3DS e PS Vita hanno in tutto venduto meno di 90 milioni di unità. Il Nintendo 3DS è tuttora la console portatile Nintendo meno venduta e diffusa nella storia della compagnia (escludendo macchine come il fallimentare Virtual Boy o il Tamagotchi Pokémon Pikachu).

Infine è in corso una transizione all’interno di Nintendo, una transizione dovuta a Nintendo Switch che sembra capace di unire in sé sia il catalogo da console fissa sia il catalogo da console portatile della compagnia. Importanti serie si stanno così spostando da Nintendo 3DS a Nintendo Switch: Level-5 ha annunciato che d’ora in poi si concentrerà su questa console per i suoi giochi Nintendo, Pokémon avrà il suo prossimo episodio su Switch togliendo al Nintendo 3DS il suo marchio più importante e anche i The Legend of Zelda 2D dovrebbero arrivare su questa console in futuro.

Eppure Nintendo non è ancora pronta ad abbandonare il Nintendo 3DS e anzi annuncia ora, nel documento di chiusura dell’anno fiscale, di avere in cantiere titoli per la sua console portatile “per il 2019 e anche oltre”.

“Continueremo a lavorare sul Nintendo 3DS facendo leva sulla sua base di installazione [l’utenza] e il suo ricco catalogo software. Crediamo che sia importante far leva sul ricco catalogo di titoli di serie per Nintendo 3DS per vendere sia a chi già possiede il Nintendo 3DS sia a chi lo ha acquistato solo di recente e stiamo investigando nuove strategie per farlo.

Ma oltre a vendere i titoli già disponibili abbiamo annunciato la prossima uscita dei titoli qua mostrati [nel documento c’è un elenco delle prossime uscite per Nintendo 3DS]. Stiamo anche preparando nuove uscite software per il 2019 e anche oltre. Il nostro piano è continuare a mantenere questa parte della nostra attività sfruttando nuovo titoli come questi.”

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.