Smartphone e cellulari usati: consigli e trucchi su come venderli

La vendita di un vecchio smartphone può diventare il pretesto per puntare su un nuovo dispositivo con caratteristiche tecniche all’avanguardia e aggiornamenti recenti. Prima di procedere con l’acquisto del nuovo dispositivo è bene capire come vendere smartphone usati.

La rimessa in commercio dei cellulari usati è un’operazione semplice, ma che necessita di piccoli accorgimenti per evitare l’incombere di spiacevoli situazioni. I fattori da tener conto sono innumerevoli e non sempre l’utente tende a seguirli, anzi quasi sempre prevale la voglia di venderlo nel più breve tempo possibile.

Prima di procedere con la vendita dei propri smartphone usati è necessario recuperare la confezione originale, gli accessori, possibilmente quelli originali, e la documentazione completa riguardo la prova di acquisto e l’eventuale ancora valida garanzia. In questo articolo scopriremo insieme i passi da seguire per poter vendere il proprio smartphone a buon prezzo e nel più breve tempo possibile, evitando gli errori più comuni.

Operazioni preliminari prima di vendere smartphone usati

L’operazione preliminare, come accennato in precedenza, prima di procedere alla vendita dello smartphone è recuperare tutti gli accessori dello stesso: confezione, auricolari, alimentatore, cover, eventuali adattatori e cavi usb. Inoltre da inserire nella confezione la documentazione relativa all’acquisto dello smartphone e la relativa garanzia (se valida).

Nel caso in cui non si possedesse la garanzia e la documentazione necessaria in formato cartaceo, in quanto prodotto acquistato online, è bene scaricarla dal sito del produttore, stamparla ed inserirla nella confezione. Deve essere ben chiaro che la vendita di uno smartphone dovrà procedere nel modo più trasparente possibile e l’acquirente dovrà capire la serietà del venditore.

Backup dei propri dati personali

L’acquirente dello smartphone non dovrà avere accesso ad alcun tipo di dato personale e quindi prima di procedere con la formattazione è bene eseguire un backup completo dei propri dati personali. Quindi per preservare la vostra privacy siete costretti a spendere del tempo in un accurato backup.

Ma cos’è un backup? Non è altro che il processo di archiviazione dei dati presenti sul dispositivo in un file presente altrove. Questo processo comprende il salvataggio di SMS, chiamate, foto, video, rubrica ed in generale qualsiasi dato archiviato sul proprio dispositivo.

Scopriamo ora insieme come effettuare un backup dei principali dati archiviati sul cellulare, che approfondiremo dettagliatamente nei prossimi giorni:

  • Backup del registro chiamate e degli sms.

Per poter effettuare un completo backup dei propri messaggi possiamo utilizzare l’applicazione SMS Backup+, che sincronizza in modo automatico i propri sms in un’apposita cartella sull’account google. La stessa applicazione può essere usata per salvare il proprio registro chiamate.

SMS BACKUP+ | VAI ALL’APPLICAZIONE

  • Backup dell’account google.

Google consente di effettuare un backup di dati, impostazioni wifi e applicazioni. Per attivare il backup è necessario recarsi nelle impostazioni del telefono ed in seguito su backup e ripristino attivare la voce backup. Questo salvataggio potrà essere utilizzato su qualsiasi dispositivo google.

  • Backup delle foto.

Per poter effettuare un sicuro backup delle foto possiamo utilizzare l’applicazione Google Foto, che consente di archiviare sul cloud tutte le nostre foto (senza perdita di qualità). Il metodo alternativo è quello di copiare, dopo aver collegato lo smartphone al PC come memoria di massa, sul desktop la cartella DCIM e la cartella Pictures (all’interno della quale troviamo gli screenshot).

  • Backup delle varie applicazioni.

Per consentire un backup completo di tutte le applicazioni possiamo utilizzare il menù apposito di ogni applicazione, come ad esempio WhatsApp. Dalla sezione adatta si procederà, generalmente, con il backup dei dati sul cloud preferito o in locale sul dispositivo.

Formattazione completa di smartphone usati

Il primo passo da muovere per ripulire completamente un dispositivo è quello di effettuare un ripristino ai dati di fabbrica, dopo aver effettuato un opportuno backup. Per la corretta formattazione bisogna spostarsi in Impostazioni > Backup e ripristino > Ripristino dati di fabbrica.

Non è una novità che attraverso applicazioni o software professionali si è in grado di risalire ad alcuni dati eliminati da smartphone usati. Il metodo sicuro per eliminare definitivamente i dati da uno smartphone è quello di sovrascrivere la memoria libera dello smartphone appena resettato.

Tra le migliori applicazioni per sovrascrivere la memoria di un dispositivo vi è iShredder 5, che attraverso algoritmi di sicurezza militare vi garantisce la piena pulizia dello smartphone. L’applicazione possiede solo limitate funzioni gratuite ed è di immediato utilizzo. Consigliamo di procedere alla sovrascrittura varie volte e se possibile con varie applicazioni.

Per poter pulire gli smartphone usati destinati alla vendita con l’applicazione consigliata è necessario seguire tre step: selezionare i dati da cancellare in modo sicuro, scegliere un metodo di eliminazione sicura, avviare il processo di eliminazione. Con questo processo verranno eliminati in modo sicuro: sms, registro chiamate, dati, foto, cartelle, contatti, file temporanei e tutto ciò che risulta archiviato sul dispositivo.

ISHREDDER 5 | VAI ALL’APPLICAZIONE

Scoprire il valore di mercato dei cellulari usati

Dare un valore economico ai propri smartphone usati è una pratica assai complessa e molto importante. Infatti un prezzo alto, rispetto alla media, potrebbe spingere gli utenti a non acquistare il nostro prodotto. Il metodo funzionale più efficiente è sicuramente quello di confrontare il costo del nostro dispositivo con quelli uguali presenti sulle varie piattaforme di vendita.

Il costo dei cellulari usati può aumentare in base ad una serie di fattori da non trascurare: stato di manutenzione del telefono, presenza e durata della garanzia, prestazioni dello smartphone, costo originale del dispositivo, anni passati dal lancio sul commercio, accessori e loro integrità, versione del sistema operativo.

Creare un annuncio di vendita accattivante

Uno dei fattori determinanti nella vendita di un dispositivo, dopo il costo, è sicuramente l’annuncio. Esso deve essere sintetico, chiaro ed esauriente. Vi consigliamo di inserire una brevissima descrizione tecnica del prodotto, una completa descrizione dello stato fisico e prestazionale del dispositivo ed infine la presenza della garanzia.

Altro aspetto da non sottovalutare è l’inserimento delle foto reali del dispositivo. Le foto devono vertere accuratamente e visibilmente su eventuali difetti presenti sul dispositivo. Sconsigliato, d’altro canto, l’inserimento di foto in cui si legge chiaramente il codice IMEI del telefono (eventualmente dovrà essere oscurato per ragioni di sicurezza).

In caso di vendita online e non con scambio a mano è bene inserire anche il costo e le modalità di spedizione preferite. Consigliamo inoltre di aumentare leggermente il prezzo dei cellulari usati, essendo prassi quella dell’acquirente di trattare sul costo dello smartphone.

Piattaforme di vendita per smartphone usati

Su questo argomento vi consigliamo di leggere la nostra guida dove vi spiegheremo nei dettagli le differenze tra tutte queste piattaforme di vendita online e quali di queste sono le più consigliate. Leggi il nostro approfondimento cliccando il seguente link: smartphone e cellulari usati: i migliori siti di vendita e acquisti online

In sintesi però sappiate che le piattaforme che consentono l’inserimento di smartphone usati, destinati alla vendita, sui propri portali sono numerose ed in costante crescita. Tra gli innumerevoli canali di vendita dei prodotti usati consigliamo quelli più affidabili, quali Ebay, Amazon, Kijiji (piattaforma di vendita/acquisto basata sugli annunci) e Subito. Sottolineiamo inoltre la veloce crescita di Facebook Marketplace, sezione destinata alla compravendita di cellulari usati, e non solo, tra utenti.

Ricordiamo che dopo l’avvenuta vendita dei cellulari usati è bene suggerire all’acquirente di inserire un feedback, in modo da far accrescere la propria reputazione sul canale di vendita e di aiutare altri clienti della scelta di un buon venditore.

ATTENZIONE: Infine, per evitare di essere impreparati al momento di vendita dei propri cellulari usati, è bene leggersi attentamente le linee guida che un acquirente intende seguire nell’acquisto di un dispositivo usato: leggi qui i consigli per acquistare cellulari usati

Potrebbe piacerti anche