Samsung Galaxy Fold, ecco su cosa si sta lavorando per rimediare al “foldgate”

Oggi, 30 aprile, saremmo dovuti essere nel pieno della fase di preordini del Samsung Galaxy Fold. La storia, però, è nota: le unità spedite in giro per il mondo presso le testate specializzate hanno palesato tanti e gravi difetti da costringere il produttore a rinviare l’arrivo sul mercato. Che, lo ricordiamo, sarebbe dovuto avvenire il prossimo 3 maggio.

Cosa sta facendo ora il colosso coreano per rendere di nuovo “commercializzabile” il suo rivoluzionario Samsung Galaxy Fold? Gli interventi seguono le due problematiche evidenti riscontrate nei primi test “reali.

I primi malfunzionamenti sono avvenuti dopo la rimozione della pellicola presente sul display pieghevole: l’azienda ha specificato che tale operazione può danneggiare irrimediabilmente il pannello e si sta impegnando quindi ad avvisare in modo opportuno gli utenti. Il primo rimedio è un “warning” che sarà molto più visibile direttamente nella confezione di vendita del Samsung Galaxy Fold, ma non è da escludere anche un piccolo intervento lato software, con l’avviso che potrebbe essere visualizzato all’avvio dello smartphone.

Per certi versi ancora più grave il problema relativo alla fragilità mostrata dalla cerniera in alto e in basso, con la poca aderenza al display che ha permesso l’entrata sotto il pannello di polvere e sporcizia. Elementi che, a distanza di qualche minuto, hanno subito mandato k.o. lo schermo. Samsung, in questo caso, dovrebbe rimediare con guarnizioni di silicone applicate in quei punti: un’operazione che, però, richiederebbe più tempo in fabbrica e renderebbe di fatto poco probabile il lancio a giugno di cui si è vociferato nelle scorse settimane.

Nell’attesa, è utile sottolineare che su Amazon c’è ancora il Samsung Galaxy S10 in offerta. Ecco il link: Samsung Galaxy S10 Smartphone, Display 6.1" Dynamic AMOLED, 128 GB Espandibili, RAM 8 GB, Batteria 3400 mAh, 4G, Dual SIM, Android 9 Pie, [Versione Italiana], Prism White

Potrebbe piacerti anche