Presto ci sarà un Redmi con fotocamera da 64 MP?

E’ IceUniverse a lanciare un’indiscrezione decisamente interessante che riguarda il Bright GW1, annunciato di recente da Samsung. Come molti di voi ricorderanno, parliamo del primo sensore fotografico con una risoluzione da 64 MP, equipaggiato con tecnologia Tetracell per fornire immagini da 16 MP “effettivi” con scarsa luminosità e capace di supportare l’HDR in tempo reale oltre ad avere una gamma dinamica da 100 dB, quasi il doppio di un sensore tradizionale.

La notizia, davvero ghiotta, riguarda uno dei primissimi smartphone che dovrebbe vantare a bordo questo componente. Parliamo del futuro top di gamma Redmi, marchio che in pochi mesi si è fatto apprezzare per aver offerto una serie di device dal rapporto qualità-prezzo difficilmente migliorabile.

Redmi K20 è stato il primo flagship dalla “separazione” con Xiaomi e il suo successore è l’indiziato principale ad ospitare il Bright GW1 di Samsung. Insomma, il brand cinese proseguirebbe nella filosofia “flagship killer”, portando tecnologia di altissimo livello a prezzi (quasi) stracciati.

C’è da ricordare che la produzione di massa del sensore avrà inizio durante la seconda metà di quest’anno, per poi apparire sui primi smartphone a cavallo tra 2019 e 2020. Nei giorni scorsi, peraltro, vi avevamo anticipato la possibilità di un suo debutto su un device Samsung non top di gamma: l’indiziato principale è il Galaxy A70s.

Su Amazon, lo ricordiamo, Redmi Note 7 continua ad essere ricercatissimo: Xiaomi Mi Redmi Note 7 Neptune Blue 6,3" 4gb/64gb Dual Sim

fonte Weibo
Potrebbe piacerti anche