I Google Pixel ricevono le patch di sicurezza di luglio

Come consuetudine, sono i Google Pixel i primi smartphone sul mercato a ricevere in anteprima le patch di sicurezza mensili Android. Stavolta il riferimento va ovviamente a quelle di luglio che sono già in roll out sui vari modelli dello smartphone “principe” di Mountain View.

Google Pixel e Pixel XL (build PQ3A.190705.001), Pixel 2 e Pixel 2 XL (PQ3A.190705.001), Pixel 3 e Pixel 3 XL (PQ3A.190705.003) e Pixel 3a e Pixel 3a XL (PQ3B.190705.003) sono i dispositivi coinvolti. Nel bollettino mensile diramato da Google, si fa riferimento a 33 falle di sicurezza che sono state “fixate” dalle patch, ma il changelog fa riferimento anche ad altri svariati miglioramenti di sistema.

Da un miglioramento della ricezione dei comandi vocali Ok Google alla risoluzione del problema che affliggeva i Pixel 3/3a/3 XL/3a XL e che li mandava in blocco in modalità EDL, passando per un altro fix che impedisce ora il blocco in fase di avvio per Google Pixel 3 e 3 XL: insomma, l’aggiornamento è piuttosto vasto ma ancora non sembra essere approdato sulle unità in commercio in Italia. Sarà, come al solito, questione di qualche ora.

In ogni caso sono disponibili le Factory Image e le OTA Image (soprattutto nel primo caso raccomandiamo l’installazione solo ad utenti esperti): si possono scaricare rispettivamente qui e qui.

Google Pixel 3 è in vendita anche su Amazon: Google 99928198 - Smartphone Pixel 3, 13,86 cm (5,46 pollici), 2.5 GHz, 64 GB, 12,2 MP, colore: Bianco trasparente

Potrebbe piacerti anche