Conviene spostare le app su SD?

Oggi, nella nostra guida, ci occupiamo di un tema spesso sottovalutato ma che ha una grande importanza. Proveremo, infatti, a risponde alla domanda “Conviene spostare app su SD“? Ti assicuriamo, fin d’ora, che la risposta non è affatto scontata.

Anzi, possiamo tranquillamente dire non c’è una risposta certa. Due sono, infatti, le correnti di pensiero: c’è chi dice che conviene e c’è chi suggerisce di non farlo. Noi, proprio per questo, dividiamo questo approfondimento in due parti, provando a spiegare le ragioni dell’una e le motivazioni dell’altra.

La frenesia di voler liberare il telefono non fa di certo optare per la soluzione migliore e, quindi, indipendentemente da ciò che deciderai, cerca sempre di valutare caso per caso.

Ma, alla fine, conviene spostare le app su SD? Vediamolo insieme!

Conviene spostare le app su SD? Perché Sì

Conviene spostare le app su SD? Cominciamo con il dare la risposta affermativa e ti spieghiamo perché sì, alla lunga conviene spostare le app su SD.

Oggi, ogni smartphone ha quantomeno 10 app installate. E, tutto ciò, rallenta incredibilmente il telefono, soprattutto se hai impostato di default che vanno a pesare sulla memoria interna. Memoria interna che, generalmente, ha uno spazio inferiore alla scheda SD.

Proprio per questo, se non vuoi cancellare le app perché hai davvero scaricato solo quelle che utilizzi più spesso, a questo punto ti conviene acquistare una scheda SD e spostare tutto lì, in modo da far ‘girare’ pienamente il telefono.

Oppure, puoi spostare anche solo alcune parti di un’app sulla scheda SD: ti basta seguire le istruzioni di ogni singolo telefono ma, generalmente, l’operazione è veloce e semplice. Non hai bisogno, quindi, di impiegare tanto tempo per farla.

Adesso, però, è giunta l’ora di ascolta l’altra campana, quella che sconsiglia di spostare le app su SD.

Conviene spostare le app su SD Perché Sì
Fonte foto: flickr.com – tomekwalecki

Conviene spostare le app su SD? Perché NO

Ora è il turno di dare la risposta negativa alla domanda “Conviene spostare le app su SD?“. Ecco, perché non dovrebbe convenire? Cosa succederebbe al tuo smartphone o, quantomeno, all’app che hai scaricato?

C’è chi dice, infatti, che spostare l’app dalla memoria interna alla SD potrebbe generare un malfunzionamento sia dell’app che del telefono stesso. I motivi ne sono almeno due.

Il primo è che non tutte le versioni di Android e, ovviamente, non tutti i telefonini, ad esempio, contemplano al loro interno la funzione di poter passare solo alcune parti dell’app dalla memoria interna alla scheda SD (e qua ci rifacciamo al discorso che abbiamo detto al primo paragrafo, quando parlavamo proprio di questa eventualità).

Ad esempio, infatti, ci sono diverse app, in particolare quelle di giochi, che non ti permettono di fare il passaggio ‘a metà’ e, anzi, per poterle sfruttare al massimo, necessitano di lasciare i dati nella memoria interna. Addirittura, alcune app pongono dei limiti a questo passaggio e, a fronte ad esempio di GigaByte di dati immagazzinati, riescono a trasferire solo qualche MegaByte sulla scheda SD.

Perché non conviene spostare le app su SD? Perché, qualche volta, può capitare che nella scheda SD possano anche viaggiare più lentamente, essendo impiantate su un supporto esterno. Inoltre, non devi certamente dimenticare che anche la scheda SD ha un limite di spazio che, una volta terminato, non può essere occupata da altre app.

Conviene spostare le app su SD Perché NO
Fonte foto: publicdomainpictures.net – Petr Kratochvil

Conviene spostare le app su SD? In alcuni casi è impossibile farlo!

Chiudiamo il nostro approfondimento utile per rispondere alla domanda “Conviene spostare le app su SD” parlando di un aspetto che, spesso, chi vuol fare questo spostamento ignora o, quantomeno, non gli dà la giusta importanza.

Stiamo parlando del fatto che, in alcuni casi, è impossibile spostare le app sulla scheda SD e ciò non dipende né dal telefono, né dal sistema operativo e nemmeno dall’app stesso. Dipende dai ‘permessi’.

In pratica, se non hai i permessi di amministratore quella app non puoi spostarla nella scheda SD e, quindi, anche se tu volessi risparmiare spazio nella memoria interna, sei costretto ad arrenderti. A meno che tu non abbia quei permessi.

Attenzione, però. Se attivi il processo di root al tuo telefono puoi ovviare a questa situazione poiché, in questo modo, riesci ad avere i ruoli di un amministratore per quanto concerne il tuo cellulare. Occhio che ciò può portare anche a dei forti rischi, in particolare se non sei un esperto: ad esempio, perderai la garanzia sul tuo smartphone.

Insomma, avresti dei privilegi ma anche dei forti rischi. E se il gioco vale la candela questo puoi saperlo solo tu.

Conviene spostare le app su SD In alcuni casi è impossibile farlo
Fonte foto: flickr.com – tomekwalecki

In ogni caso, che fare? A questo punto, che sei sul finire dell’articolo, ti aspetteresti dei consigli certi e una risposta definitiva se conviene spostare app su SD. Noi, questa risposta certa non possiamo dartela ma abbiamo preferito illustrarti i vantaggi di questa operazione, che comporta delle opportunità ma anche delle possibili conseguenze.

Sicuramente, però, se l’obiettivo è solo quello di liberare spazio sul tuo smartphone, puoi sicuramente controllare tutte le app e vedere se effettivamente le usi tutte o, semplicemente, se alcune le hai ‘dimenticate’. Oppure, spostare video e foto in cloud o (in questo caso puoi farlo tranquillamente) spostarli sulla scheda SD.

Scrivici nei commenti per quale scelta tu hai optato e raccontaci la tua esperienza!

 

Potrebbe piacerti anche