OnePlus 7T: vediamo com’è il top gamma

Tra settembre e ottobre 2019 è uscito un nuovo smartphone che promette di essere un top gamma: il OnePlus 7T. Non è un semplice aggiornamento del OnePlus 7 ma ci sono numerose novità che ne hanno migliorato notevolmente le prestazioni e, soprattutto, sistemato le lacune (non troppo evidenti) del OnePlus 7.

Ora, però, andiamo a vedere nel dettaglio le prestazioni di questo smartphone che, sicuramente, può essere tranquillamente inserito tra i migliori telefoni presenti sul mercato (almeno nel momento in cui si scrive).

OnePlus 7T: il display

L’occhio, si sa, vuole la sua parte e, proprio per questo, cominciamo dal display che, spesso, è stato una delle chiavi vincenti di diversi modelli, non per forza Android. A proposito, sul OnePlus 7T è già presente la versione 10 del sistema operativo di Google, pur con tutte le personalizzazioni della casa madre.

Rispetto alla versione precedente, il display passa da una grandezza di 6,41″ con frequenza di aggiornamento di 60Hz a 6,55” e un refresh rate di 90Hz. Leggermente più grande a dispetto di prestazioni migliori che sono ulteriormente potenziate dal pannello Fluid AMOLED che, come puoi intuire dal nome, conferisce una migliore fluidità. L’unico inconveniente è che consuma una maggiore energia: nulla di sconvolgente, giusto qualcosina in più ma niente di così esagerato.

Proprio per conferire una personalizzazione ai massimi livelli, se preferisci che la batteria duri di più puoi tranquillamente impostare il display alla versione 7 classica, con la frequenza di aggiornamento a 60Hz. Ne guadagni dal punto di vista dei consumi, ma ci perdi in prestazioni e la possibilità di godere colori molto molto chiari.

Infine, altro cambiamento nel rapporto base e altezza: dal rapporto 19.5:9 si è passati ai 20:9 mantenendo, comunque, una risoluzione di Full HD+.

Sei curioso di sapere la potenza delle fotocamere? Continua a leggere perché nel prossimo paragrafo parleremo proprio delle fotocamere!

Recensione del OnePlus 7T il display

OnePlus 7T: le fotocamere

Tre fotocamere molto potenti e che offrono dei risultati che nulla hanno da invidiare ad altri smartphone. Partiamo dalla camera principale che utilizza il sensore IMX 586 da ben 48 MegaPixel mentre la seconda è anch’essa di eccellente qualità con l’ottica ultra-wide e un angolo di visione di 117°. I 16 MegaPixel fanno il resto. Dodici, invece, sono i MegaPixel della terza camera con uno zomm 2X.

Le foto, proprio grazie al potenziamento delle fotocamere, sono nettamente migliorate rispetto al OnePlus 7 con un funzionamento dell’HDR di cui non ci si può lamentare. L’HDR, inoltre, è uno dei fattori più sottovalutati quando si valuta la fotocamera di uno smartphone ma è un componente essenziale per avere foto ottimali poiché si tratta del bilanciamento automatico che fa il dispositivo tra la luminosità e il contrasto rispetto alla situazione che si vuole immortalare.

La camera principale da 16 MegaPixel ti permette di fare dei selfie che non dimenticherai facilmente e che potrai tranquillamente pubblicare sui social ma, inoltre, vogliamo sottolineare due grandi funzionalità. La prima è la messa a fuoco a soli 2 centimetri e mezzo di distanza che ti permettono di avere foto esattamente come tu le desideri. La seconda è la grande stabilità che c’è mentre registri i video: praticamente, i piccoli movimenti naturali che fa il corpo umano quando tiene lo smartphone per qualche secondo non vengono praticamente recepiti dal telefono e ciò conferisce una certa stabilità. C’è, però, l’altro lato della medaglia: una risoluzione a 1080 pixel che poteva essere migliorare e la ‘non sopportazione’ di movimenti bruschi che possono pregiudicare tutto il filmato che stai registrando.

Recensione del OnePlus 7T le fotocamere

OnePlus 7T: le prestazioni

Ci sarebbe da dire ancora altro sul OnePlus 7T ma abbiamo preferito selezionare le informazioni principali o, comunque, le informazioni che generalmente si richiedono a uno smartphone, dando per scontate altre funzionalità come la connessioen Wi-Fi, Bluetooth e il poter sostenere la connessione 4G. Per questo, chiudiamo con il valutare le prestazioni.

Il sistema di circuito integrato su cui gira è uno Snapdragon 855 Plus con frequenze operative ‘appoggiate anche dal GPU Adreno 640. Ti sei perso con tutti questi termini tecnici? Nessun problema, in altre parole la nuova versione del OnePlus è più potente di quella precedente.

Particolare attenzione è stata data alla velocità, un fattore su cui qualsiasi oggetto tecnologico (che sia uno smartphone, un tablet o un PC classico) non può più prescindere: per questo, la memoria RAM è di 8 GigaByte con storage di 128 GigaByte. Il risultato? Uno smartphone incredibilmente veloce che ha superato diversi test, perfino quelli che prevedono aperture in contemporanea di più programmi. Come scritto da più parti, non c’è stato alcun rallentamento visibile né alcun blocco. Insomma, il lavoro che c’è stato alle spalle da questo punto di vista ha dato i suoi frutti.

Recensione OnePlus 7T le prestazioni
Fonte foto: By Unknown – pcmag.com, CC BY-SA 4.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=82777298

Il prezzo? Oscilla tra i 500 e i 700 euro perché sono state previste più versioni. Ovviamente la più costosa prevede un miglioramento delle prestazioni che, come hai potuto leggere, di per sé sono già buone. Se intendi acquistarlo, raccontaci la tua esperienza!

Potrebbe piacerti anche