OnePlus Pay è ufficiale (ma non per tutti)

Annunciato qualche mese fa, da oggi OnePlus Pay è ufficiale ed operativo. Il nuovo sistema di pagamento ideato dal produttore cinese e che ha molto in comune coi competitors diretti come Samsung Pay e Google Pay è però al momento limitato soltanto in alcuni mercati e solo su pochi modelli. Ma andiamo con ordine.

OnePlus Pay è disponibile inizialmente su OnePlus 7T e 7T Pro, ovvero gli ultimi due smartphone lanciati dal produttore cinese, lo scorso ottobre. E’ facile quindi ipotizzare che la funzionalità sarà da subito integrata sugli imminenti OnePlus 8 (standard, Pro e Lite). Non è tutto: al momento sono coinvolti soltanto i modelli con HydrogenOS a bordo, quindi quelli riservati al mercato asiatico, cinese in particolare. Per avere OnePlus Pay su OxygenOS, quindi anche in Italia, bisognerà pazientare ancora qualche mese: l’azienda ha annunciato di essere già al lavoro con diversi istituti di credito europei ma, come spesso accade in questi casi, le tempistiche non si preannunciano immediate.

Il funzionamento di OnePlus Pay è semplice: tramite l’app Wallet proprietaria sarà possibile associare la propria carta di credito/debito al sistema di pagamento: a quel punto si potrà usufruire del supporto alla tecnologia NFC utilizzando il proprio smartphone per pagare, avvicinandolo a un POS wireless.

OnePlus 7T Pro è in vendita su Amazon, ecco il link: OnePlus 7T Pro Smartphone Haze Blue | 6.67"/16,9 cm AMOLED Display 90Hz Screen | 8 GB RAM + 256 GB Storage | Triple Camera + Pop-Up Camera | Warp Charge 30

fonte AndroidCentral
Potrebbe piacerti anche