I modelli iPhone 16 Pro adotteranno i pannelli OLED Samsung avanzati “M14” per una maggiore luminosità e durata

I prossimi iPhone 16 Pro e iPhone 16 Pro Max saranno i primi smartphone Apple ad adottare il pannello display OLED “M14” ad alte prestazioni di Samsung, afferma un nuovo rapporto proveniente dalla Corea del Sud.

Secondo ETNews , la serie “M” di pannelli OLED di Samsung è realizzata per gli smartphone di punta, mentre “14” si riferisce al numero di materiali ad alte prestazioni utilizzati per produrli. “M14” è la prima serie del suo genere e si dice che il pannello sia stato sviluppato per offrire luminosità e longevità superiori.

Secondo quanto riferito, Samsung ha effettuato ordini per i materiali M14 e si sta preparando a produrre in serie i display nella seconda metà dell’anno per i modelli iPhone 16 Pro di Apple. Lo smartphone Pixel 9 di Google è l’unico altro dispositivo che dovrebbe adottare display ad alte prestazioni nel 2024.

Un precedente rapporto proveniente dalla Cina affermava che i modelli ‌iPhone 16 Pro‌ di quest’anno presenteranno fino a 1.200 nit di luminosità SDR tipica – un aumento del 20% rispetto ai modelli attuali – quindi il nuovo pannello di Samsung potrebbe essere la ragione del miglioramento atteso. Detto questo, si prevede che la luminosità massima dell’HDR rimanga a 1.600 nit, la stessa dell’attuale display dell’iPhone 15 Pro.

Un’altra voce dell’anno scorso suggeriva che tutti i modelli di iPhone 16 adotteranno la nuova tecnologia di visualizzazione OLED con micro-lenti per una migliore luminosità e un consumo energetico ridotto, anche se non è chiaro se ciò sia correlato specificamente ai pannelli M14.

Secondo più fonti, iPhone 16 Pro e iPhone 16 Pro Max avranno display di dimensioni maggiori rispetto ai modelli iPhone 15 Pro . L’iPhone 16 Pro avrà un display da 6,27 pollici (arrotondato a 6,3), mentre l’iPhone 16 Pro Max dovrebbe avere un display da 6,85 pollici (arrotondato a 6,9).

Si prevede che Apple lancerà la serie iPhone 16 in autunno, o intorno a metà settembre, a differenza degli anni precedenti.

VIA

Potrebbe piacerti anche