Tom Clancy’s The Division: New York Underground arriva con un carico di bug

È uscita, per ora solo per Xbox One e PC, la prima espansione a pagamento (inclusa nel Season Pass o acquistabile a €14,99) per “Tom Clancy’s The Division” di Ubisoft. Il DLC, che si intitola “New York Underground”, arriverà anche su PlayStation 4 il 2 agosto ed è ambientato nei sotterranei della città, dove la Divisione si scontrerà contro le fazioni nemiche in tunnel generati proceduralmente. Oltre ai tunnel sotterranei, e al loro bottino, “New York Underground” aggiunte anche una nuova Incursione (i Raid di “Tom Clancy’s The Division”), “Tana del Drago”. Insieme all’espansione arriva anche l’aggiornamento 1.3 di “Tom Clancy’s The Division” (gli utenti PlayStation 4 dovranno aspettare il 5 luglio per questo) con nuove armi, nuovo equipaggiamento, nuove Sfide e la modalità Eroica.

Per accedere ai contenuti di “New York Underground” è necessario svolgere una nuova missione, disponibile dal livello 30, e tornare alla propria Base Operativa, dove si trova l’ingresso per una nuova zona aggiunta con l’aggiornamento 1.3, il Terminal, che permette di accedere all’area dell’Underground. Le missioni di “New York Underground” sono pensate per più giocatori (non c’è respawn) e permettono di personalizzare vari parametri come numero di obiettivi e difficoltà accessibili via via che aumenta un livello apposito legato a questa espansione.

Naturalmente con l’arrivo di “New York Underground” sono arrivati anche nuovi problemi per “Tom Clancy’s The Division”, che si rompe ogni volta che viene toccato dai suoi autori. I bug sono già all’attenzione di Ubisoft Massive, e vanno dall’impossibilità di accedere ai contenuti di “New York Underground” pur avendo comprato il DLC a nuovi problemi di connessioni. Su XBox One può per esempio essere necessario andare nel negozio dei DLC all’interno del gioco e provare a comprare il contenuto, anche se lo si possiede già, per portare “Tom Clancy’s The Division” a riconoscere l’acquisto o, se questo non funziona, si deve uscire dal gioco e raggiungere “Tom Clancy’s The Division” in “Gestioni giochi” dal manù principale dell’Xbox One. Su PC può essere invece necessario riavviare il programma di Uplay, o incrociare le dita e attendere che Ubisoft abbia trovato una soluzione.

Trovo assolutamente meritevole il lavoro che Ubisoft Massive sta facendo per sistemare ogni volta “Tom Clancy’s The Division”, ma sono anche impressionato dalla quantità di problemi che questo gioco sta incontrando e dell’ostilità che si è guadagnato da parte dei giocatori: la maggioranza delle recensioni recenti su Steam è negativa, con commenti come “immagina che ti sia promessa una Ferrari, ma che tu poi riceva quella che credi un’Audi e dopo un mese che la guidi scopri che un’Onda e poi ti svegli e no era un limone.”

[Fonte: Twitter]