Final Fantasy 15 ha patch molto diverse dal solito

Square Enix e Hajime Tabata promettono importanti aggiornamenti gratuiti per “Final Fantasy 15” nel futuro. Come annunciato durante Lucca Comics & Games 2016, Tabata non ha terminato lo sviluppo di “Final Fantasy 15” con l’uscita del gioco, e intende invece ampliare con contenuti e meccaniche l’esperienza. Ci sono i DLC attualmente annunciati, e parte del Season Pass, che permetteranno di giocare prima nel ruolo di Ignis, Prompto e Gladio in tre nuove avventure, e poi insieme ad altri tre giocatori in una nuova modalità cooperativa (di cui non conosciamo ancora i contenuti). Ma anche le patch gratuite porteranno importanti novità.

Tabata divide il piano di sviluppo di “Final Fantasy 15” in tre parti: breve, medio e lungo termine. “I nostri progetti iniziali comprendono l’arricchimento di alcuni aspetti del gioco, l’aggiunta di miglioramenti nel gameplay del Capitolo 13, il potenziamento della magia dell’anello e così via. Dovremo chiarire cosa e quando in un momento successivo. Dopo questo, speriamo di dedicarci con maggior profondità alla storia, aggiungendo scene che approfondiranno le motivazioni di alcuni personaggi, per esempio chiarendo la scelta di Ravus. Ci vorrà un po’ di tempo per ciò, in quanto dovremo localizzare e doppiare queste scene in altre lingue, ma definiremo i dettagli una volta che tutto è chiaro.

Per il lungo termine, cercheremo di rendere giocabili alcuni personaggi chiave, e stiamo anche considerando la possibilità di aggiungere avatar personalizzabili oltre che altre caratteristiche”. Quest’ultima parte è quella meno chiara. Tabata e Square Enix intendono rendere utilizzabili ulteriori personaggi dopo Noctis in “Final Fantasy 15” base e poi, nei DLC, Prompto, Ignis e Gladio, o semplicemente alcuni personaggi secondari faranno parte temporaneamente della squadra? Intendono rendere possibile la creazione di un personaggio giocabile da zero, un Noctis personale, o aumenteranno solo la personalizzazione tramite costumi (che per ora sono pochi)?

Altre caratteristiche citate, senza un periodo di uscita, sono “permettere di importare le statistiche da una partita precedente [un Nuovo Gioco +], aggiungere oggetti che permettano nuovi stili di gioco, come partite a basso livello e invincibilità […] nuovi boss con ricompense esclusive e e achievement e cacce a tempo limitato.” Uno di questi boss, da quanto sappiamo, sarà il Presidente di Square Enix Yosuke Matsuda (non sto scherzando).

Una simile quantità di aggiunte anche importanti e anche alla storia può preoccupare. Non stiamo parlando di mere patch, correzione di bachi o cose simili, ma intere parti di gioco che alcuni potrebbero perdersi se non rigiocheranno “Final Fantasy 15” dopo gli aggiornamenti. Si tratta però di aggiunte gratuite (anche se arriveranno in mezzo a un ricco Season Pass a pagamento che forse non conterrà neanche tutti i DLC del gioco) e questo migliora molto la situazione, ed è chiaro dall’elenco di caratteristiche promesse che Square Enix sta ripensando “Final Fantasy” proprio per la rigiocabilità.