IndieGala usa meme islamofobo per promuovere uno sparatutto

IndieGala è un distributore di bundle di videogiochi indipendenti e di nicchia e una piattaforma di distribuzione digitale. È simile a Humble Store/Humble Bundle, se conoscete il sito, ma si concentra su giochi per solo Windows PC da scaricare attraverso Steam, ed è anzi una delle fonti principali per chi cerca giochi di Steam a basso prezzo solo per recuperare Carte Collezionabili o per rivenderne i codici attraverso servizi come G2A. Oltre a questo ha anche sviluppato e prodotto videogiochi, come “Red Rope: Don’t Fall Behind” degli italiani Yonder e “Voodoo” di Brain in the Box (che ha da poco raggiunto il suo obiettivo su Kickstarter).

Se avete letto il nostro articolo su “Voodoo” vi potrebbe risultare strano che un produttore voglia vedersi in qualche modo collegato a una simile opera, basata su superficiali e banali stereotipi razziali sull’Africa, il suo territorio, la sua cultura e la sua storia. Diventa però meno strano vedendo che ieri IndieGala ha deciso di promuovere, all’insaputa degli sviluppatori stessi, un gioco presente sulla sua piattaforma di distribuzione usando un messaggio islamofobo, quindi basandosi stavolta su superficiali e banali stereotipi sui musulmani. Il cinguettio promozionale è stato rimosso, ma un archivio ne ha trattenuto una versione.

Il tweet di IndieGala voleva promuovere lo sconto natalizio sullo sparatutto in prima persona “Insurgency” di New World Interactive, un gioco che riprende il gameplay di “Counter-Strike” aumentandone il realismo e mettendo forze armate occidentali contro forze armate medio-orientali. Il cinguettio, usando una reinterpretazione classica dell’altrettanto classico meme “Absolutely Haram” (“assolutamente vietato dalla legge islamica”) riporta una recensione di un utente Steam per “Insurgency”.

IndieGala halal

“Ho ucciso quattro persone con un rpg [lanciarazzi] e la mia intera squadra ha inziato a urlare ALLAHU AKBAR [Dio è il più grande] per cinque minuti. Gli do 10 su 10.” Di fronte a questa fine recensione IndieGala commenta con il meme “Absolutely Halal” (“assolutamente fedele alla legge islamica”). A questa provocazione gli sviluppatori di “Insurgency” hanno risposto con un altro cinquettio, chiedendo la rimozione della promozione. “IndieGala, rimuovete questo tweet. Noi NON accettiamo che voi promuoviate il nostro gioco in una maniera tanto offensiva”.

Per alcune persone, purtroppo, sembrerà uno scherzo divertente promuovere un videogioco militare usando e ridicolizzando espressioni religiose musulmane, e il tweet di IndieGala era rivolto proprio a questo genere di pubblico e usava appunto un meme reso popolare dalla bacheca 4chan, celebre per aver ospitato vari movimenti suprematisti bianchi e aver fatto nascere il movimento di estrema destra (secondo la politica america, “alt-right”, “di destra alternativa”) conosciuto come GamerGate. Webtrek vuole esprimere tutto il suo appoggio agli sviluppatori di “Insurgency”, che hanno preso le distanze da questa imbarazzante promozione.