Samsung Galaxy Note 7R: torna lo sfortunato phablet, ma solo in Corea

L’increscioso fenomeno Galaxy Note 7 ha generato non pochi problemi per il colosso sudcoreano. Tuttavia sembrerebbe che per Samsung sia arrivata l’ora del riscatto con il nuovo Galaxy Note 7R, una versione ricondizionata dell’inglorioso phablet con una batteria sensibilmente ridotta a 3200 mAh.

Sotto un aspetto puramente estetico non sembrano delinearsi particolari cambiamenti. Al contrario, qualche (dovuta) modifica a livello hardware riguarderebbe per l’appunto la riduzione delle dimensioni della batteria. Ciò potrebbe chiaramente comportare un ridimensionamento dell’autonomia del device, ma attendiamo i primi test per avere conferma certa. Sta di fatto che con una batteria più piccola è stato possibile per Samsung sfruttare più spazio per il montaggio dei componenti interni, così da prevenire gravi problematiche come quelle verificatesi con il lancio originario. Qualche leak conferma invece la RAM di 4GB e sistema operativo Android Nougat 7.0.

Come preannunciato già diverse settimane fa dalle authority più influenti del settore mobile, è bene precisare che non si tratta di una riprogettazione completa del phablet ma più semplicemente degli stessi device ritirati dal mercato e opportunamente ricondizionati per una nuova release. Per tale motivo il rilascio del Galaxy Note 7R è stato fissato attualmente solo in Corea come territorio “sperimentale” ad un prezzo che equivale a circa 600 euro nostrani. Già passato al vaglio dell’FCC, la versione rivista e corretta del dispositivo non ha ancora una finestra di lancio per il resto del mondo.

fonte Android Authority
lascia un commento