Darwin Project: 5 consigli per iniziare a giocare – Guida

Darwin Project di Scavengers Studio è un videogioco in stile Battle Royale disponibile su PC e Xbox One in Accesso Anticipato. Di recente la sua versione PC è diventata gratuita (e presto avremo notizie anche sul futuro di quella Xbox One) e, come potete leggere dalla mia anteprima (scritta basandomi sulla beta) e dall’articolo che ho scritto in occasione della trasformazione in free-to-play, si tratta di un’opera che tutti gli appassionati del genere e i curiosi dovrebbero provare.

Siccome è però anche una Battle Royale molto diversa rispetto alle altre disponibili (PUBG, Fortnite, Radical Heights e così via) ho deciso di creare una piccola guida con qualche consiglio che possa aiutare i nuovi giocatori a muoversi nelle loro primissime partite. [Alcuni degli screenshot sono stati scattati durante la beta del gioco ma sono ancora rappresentativi dell’esperienza di Darwin Project nonostante qualche cambiamento nella sua interfaccia].

Come funziona Darwin Project?

In Darwin Project dieci giocatori si scontrano in un ambiente innevato armati di arco e ascia e vince l’ultimo giocatore a rimanere in piedi. Durante la partita devo raccogliere risorse per potenziare il mio equipaggiamento, accendere fuochi per riscaldarmi e non morire congelato (un’apposita barra mostra la mia temperatura corporea) e sopravvivere agli scontri con gli altri giocatori e alle malefatte di un undicesimo giocatore che interpreta lo Show Director, il “regista dello spettacolo” incaricato di gestire la partita e non darmi un attimo di respiro.

Guida a Darwin Project crafting wheel

1. Personalizzate la crafting wheel

Questo consiglio servirà soprattutto a chi ha davvero preso in mano Darwin Project per la prima volta: non dimenticate di personalizzare la vostra crafting wheel, cioè l’elenco di oggetti e potenziamenti che potete costruire. Durante le partite di Darwin Project potete usare le tre risorse disponibili nell’ambiente (legna, cuoio, apparecchiatura elettronica) per costruire dodici diversi oggetti divisi in quattro categorie di tre oggetti e potete modificare in vario modo il contenuto di queste tre categorie. Potete personalizzare la crafting wheel dal menù principale del gioco o richiamandola durante il pre-partita.

Gli oggetti base: armatura, fuoco, frecce

In alto trovate la sua sezione meno personalizzabile con armatura, fuoco e frecce. Potete solo scegliere quale categoria di frecce usare, ma il mio consiglio è di giocare con le frecce base nelle prime partite. A differenza delle altre frecce non hanno bonus particolari ma hanno una buona gittata e, soprattutto, scegliendole partirete con cinque munizioni. Usando una delle versioni alternative delle frecce partirete invece con zero munizioni e dovrete consumare preziosa legna per costruirvele.

Potenziamenti

A sinistra trovate i potenziamenti per ascia, pelliccia e scarpe. I potenziamenti per la pelliccia hanno tutti lo stesso costo (due unità di legna e una di cuoio) e quelli per le scarpe hanno tutti lo stesso costo (due unità di cuoio), mentre i diversi potenziamenti per l’ascia hanno costi diversi.

Potreste pensare di scegliere quello evidentemente più utile, l’Axe Sharpener che aumenta il danno agli avversari, ma considerate che è anche il più costoso (due unità di legna e tre di pelliccia) e probabilmente non lo userete mai nelle prime partite. Il mio consiglio è iniziare con il Lumberjack che aumenta la velocità di raccolta di risorse e di fabbricazione e costa solo due unità di legna e una di pelliccia.

Un altro consiglio è di non scegliere un potenziamento simile sia per la pelliccia sia per le scarpe. Per esempio, non scegliete il Ghost Cloak e gli Evader Boots, entrambi utili quando vittime del tracking (cioè quando un avversario può vedere la vostra posizione) ma differenziate i due potenziamenti in modo da poter rispondere a situazioni diverse.

I poteri

In basso nella crafting wheel ci sono i tre poteri, le tra abilità sottoposte a cooldown che potrete guadagnare pagando, per ciascuna, una unità delle rara risorsa electronic (apparecchiature elettroniche). Il mio consiglio è di avere l’Energy Shield, che quando viene attivato annulla tutti i danni per dieci secondi, e uno dei due poteri di mobilità Power Leap e Teleport.

Trappole

Infine a destra ci sono le trappole e gli altri oggetti costruibili con legna e pelliccia. Hanno costi diversi e potenzialità diverse, ma uno degli oggetti che possono essere costruiti è secondo me molto più interessante degli altri e a lui è dedicato il prossimo punto di questa guida.

Guida a Darwin Project crafting wheel snowball

2. Non sottovalutate le palle di neve

Le palle di neve sono uno degli oggetti che potete impostare come parte della vostra crafting wheel e sono un’arma unica in Darwin Project. Le palle di neve sono l’unico oggetto che posso costruire senza spendere risorse come legna, cuoio e apparecchiature elettroniche, perché tutta l’ambientazione di Darwin Project è innevata e posso quindi fabbricarle gratuitamente.

Potrebbero interessarti anche questi articoli!

Colpire un avversario con una palla di neve non lo danneggia, ma riduce di un quinto la sua barra della temperatura e riduce per qualche secondo la sua visibilità. È facile trovare avversari con la barra delle temperatura a metà e questo vuol dire che con tre palle di neve, magari alternate a qualche freccia scoccata approfittando della confusione, potere azzerarne la temperatura e costringerli a fuggire o a morire di freddo. Il mio consiglio è di iniziare ogni partita fabbricando un po’ di palle di neve (cinque) e di impostare il tasto corrispondente in una posizione comoda (io le tengo sul tasto centrale del mouse).

Guida a Darwin Project

3. Raccogliete legna a inizio gioco e conservatela

Come in altre Battle Royale anche in Darwin Project l’area di gioco viene ridotta durante la partita. La mappa è divisa in sette aree che vengono progressivamente chiuse dal gioco e dallo Show Director e non sapete dove vi troverete costretti a combattere e sopravvivere andando avanti. Per questo motivo è importante raccogliere subito una buona quantità di legna e averne sempre un po’ da parte.

Le fasi finali dello scontro potrebbero avvenire in una zona povera di risorse o potreste non avere più tempo da perdere per raccogliere legna e la legna è necessaria per resistere al freddo, anche andando avanti nella partita e anche quando avrete potenziato la vostra pelliccia rallentando la diminuzione della vostra temperatura corporea. Cercate insomma di non rimanere mai senza legna e ragionate in questa ottica sin dall’inizio.

Guida a Darwin Project

4. Costruite subito l’armatura

L’armor (armatura) è uno degli oggetti fissi della crafting wheel di Darwin Project: tutti i giocatori possono fabbricarla e non ha (per ora) nessuna variante. È un oggetto costoso (3 unità di legna e 3 unità di cuoio) e mono-uso ma necessario, perché l’armatura ha il potere di bloccare il primo danno che subirete dopo averla costruita.

Se avete addosso l’armor potrete quindi salvarvi da attacchi a sorpresa e potrete arrischiarvi ad andare a raccogliere le apparecchiature elettroniche che si attivano sulla mappa senza temere di trovarvi svantaggiati in un possibile scontro. Per questo motivo la prima cosa che dovreste fare all’inizio di una partita a Darwin Project è guardarvi attorno, trovare i materiali necessari e costruirvi l’armor (ma ricordatevi il consiglio precedente e raccogliete un po’ di legna in più).

Non tralasciate neanche di ricostruirvela quando vi verrà distrutta, anche se siete ormai verso la fine della partita l’armor non è mai un oggetto trascurabile.

Guida a Darwin Project

5. Restate al caldo

L’ultimo consiglio è in apparenza il più banale: non fate scendere troppo la vostra temperatura corporea. Durante le prime partite di Darwin Project è facile dimenticarsi di tener d’occhio la barra della temperatura e capita di riscaldarsi solo quando questa è scesa al punto da far partire l’avviso in-game che ricorda di non morire di freddo.

Siccome accendere un fuoco consuma risorse, consuma tempo e rende facilmente individuabili dagli avversari sembra una buona idea accendere meno fuochi possibile, ma in realtà è una pessima idea, soprattutto durante le prime partite.

Il fatto è che un giocatore con bassa temperatura e, magari, senza legna è un boccone gustoso per uno Show Director burlone che può a quel punto decidere di punire (giustamente) la sua ingenuità chiudendo l’area dove si trova o lanciandoci un ordigno. In entrambi i casi il giocatore si troverà a fuggire dall’area senza potersi fermare mentre la temperatura continuerà a scendere sino ad azzerarsi e a ucciderlo a causa dei danni del freddo.

Un giocatore infreddolito può poi trovarsi di fronte a un avversario ed essere obbligato a perdere tempo nello scontro o nella fuga quando invece dovrebbe riscaldarsi e la situazione peggiora ulteriormente se l’avversario ha a disposizione palle di neve che velocizzeranno il congelamento. Se fuggite e non avete legna (e qua si torna al terzo consiglio) dovrete inoltre perdere tempo ad abbattere un albero dando anche l’opportunità al nemico che vi insegue di analizzarlo attivando su di voi il tracking (un periodo di tempo in cui siete visibili a un nemico anche attraverso oggetti e muri).

Se potete, valutate di accendere un fuoco e di riscaldarvi appena la temperatura scende sotto alla metà del suo valore massimo.

Da dove potete scaricare Darwin Project?

Potete scaricare gratuitamente Darwin Project per PC dalla sua pagina Steam.

Potrebbe piacerti anche