News, guide su tecnologia (Android, Windows, iOS), Games e SocialMedia

Nintendo: la produzione dell’NX sta per iniziare

Sono uscite su internet le trascrizioni ufficiali di parte dell’assemblea degli azionisti di Nintendo (alcuni dettagli sono stati eliminati dai verbali). Le informazioni sono più o meno quelle che erano già trapelate, con però qualche novità e qualche dettaglio in più su Nintendo NX e VR. Intanto, Nintendo punta a marzo 2017, come già detto, per l’uscita del Nintendo NX e la produzione della nuova console sta per cominciare, come affermato dallo stesso Hirokazu Shinshi, che è il direttore della divisione di Nintendo che si occupa della costruzione dell’hardware. Pare che Nintendo sia attualmente preoccupata dell’aumento del costo del lavoro in Cina (insomma, di non poter più sottopagare gli operai cinesi) e sta valutando come risolvere il problema con l’automazione dei processi per poi iniziare a produrre l’NX. “Ci stiamo attualmente preparando a manifatturare l’NX e stiamo discutendo di dettagli come l’estensione dell’automazione nei processi.”

Abbiamo nuovi dettagli anche sul lavoro di Nintendo con la Realtà Virtuale, dettagli che confermano i piani che già conosciamo: Nintendo è interessata al VR, lo è sempre stata e ci lavorerà, ma non è convinta che la tecnologia sia attualmente sostenibile e adatta al suo pubblico. Tatsumi Kimishima, presidente di Nintendo, ha detto: “Siamo consapevoli che altre compagnie stiano sviluppando giochi e prodotti legati al gioco usando tecnologia VR, e sappiamo che i consumatori sono interessati a questo. Non posso dire niente di preciso ora, ma sappiate che anche noi pensiamo che la VR sia una tecnologia promettente, e stiamo facendo ricerca a riguardo con molto interesse.”

Sul discorso è tornato Shigeru Miyamoto. “Non stiamo lavorando solo sulla Realtà Virtuale, ma anche sulla Realtà Aumentata e su molte altre tecnologie. Abbiamo un ampio panorama di tecnologie, 3D incluso, e stiamo anche considerando la possibilità di implementarle nell’hardware che stiamo sviluppando. Per quanto riguarda in particolare il VR, continuiamo la nostra ricerca, guardiamo al suo sviluppo pensando però a come i nostri prodotti principali siano pensati per essere giocati per un periodo relativamente lungo di tempo. Stiamo valutando come creare esperienze che abbiano valore se spezzettate in brevi sessioni e come eliminare la preoccupazione per le sessioni lunghe. Stiamo valutando come rendere sicuri i nostri prodotti per i bambini, in modo che i genitori non debbano preoccuparsi quando loro figlio si mette in testa un visore VR nel salotto.”

Intanto, Nintendo continua a spingere in un altro ambito, prima pericolosamente trascurato dalla compagnia ma ormai centrale soprattutto in Giappone: il videogioco mobile. Come si vede nella pagina ufficiale degli annunci di lavoro, Nintendo sta cercando nuovi sviluppatori che si dedichino unicamente allo sviluppo di giochi per dispotivi mobili nelle sedi di Tokyo e Kyoto. Una spinta ulteriore per i suoi prossimi giochi per smartphone (“Animal Crossing” e “Fire Emblem”) senza dover rinunciare a sviluppatori utili per Nintendo 3DS e Nintendo NX.

[Fonte: Trascrizione della 76esima assemblea degli investitori Nintendo]